Ascoli, con Frida Art Academy la prima edizione del Premio “Sparti”

3 minuti di lettura

Il “Premio Sparti”, oltre a insignire il migliore operato di coloro partecipano alla mostra, consegnerà borse di studio e menzioni speciali. Coloro che aderiscono al progetto espositivo “L’Arte e le Catene” saranno suddivisi in tre categorie, con la partecipazione di opere di artisti di ogni età e provenienza;  i lavori di artisti affermati invitati per l’occasione; le creazioni appartenenti ai docenti dell’accademia, che costituiscono il comitato volto giudicare i vincitori del “Premio Sparti”. Si tratta di Maria Jeanie Rossi, Gabriele Coccia, Ado Brandimarte, Sergio Federici e Zeno Rossi. Quest’ultimo rettore di “Frida Academy”, la scuola ascolana.

Il Polo Culturale di Sant’Agostino torna fruibile al pubblico dopo un periodo di chiusura in cui è stato oggetto di restyling. Per farlo, oltre a rendere operativa la biblioteca “Giulio Gabrielli” e riaprire il suggestivo chiostro in seguito ad operazioni di efficientamento energetico, ospiterà nella giornata di oggi, sabato 9 aprile, il “Premio Sparti”, il concorso internazionale di arte contemporanea, che prevede un riconoscimento rivolto dall’omonima azienda ascolana al migliore degli artisti che partecipano all’esposizione “L’Arte e le Catene”. Si tratta di una mostra che, presso i locali a piano terra di “Frida Art Academy”, ospiterà creazioni firmate da pittori, fotografi, scultori, esperti di arte digitale e installazioni creative: 60 lavori realizzati da artisti italiani ed esteri.

Tanti saranno i nomi di chi è già noto nel settore. Tra le guest star figurano Hetta Zado, Collettivo 11, Nima Tayeban, Sophia Ruffini, Aurora Carassai, Roberta Brugnola, Mauro Vitale, Ileana Colazilli, Igor Cascella, Liliana Lalla e Martina De Leonardis, Aguara, Pelleossa, Erminia Cardone, Stefania Di Bussolo, Cecilia Falasca, Ottavio Perpetua, Ardo, Alba di Paolo. La giornata di riapertura del Polo Culturale di Sant’Agostino prevede alle ore 9 i saluti istituzionali e l’intitolazione dell’archivio storico iconografico a Paolo Seghetti, con la successiva inaugurazione della mostra fissata per le ore 12. Nel pomeriggio di sabato 9 aprile, la scaletta ha in programma le letture per i bambini al Chiostro alle ore 16, a cura del Laboratorio Minimo Teatro e della Libreria Rinascita e, alle ore 17, l’intervento di Maria Elma Grelli e di Andrea Anselmi.

L’assegnazione del “ Premio Sparti” avrà luogo, infine alle ore 18. “Si tratta di un riconoscimento previsto ogni anno, in grado di sottolineare l’importanza di questo luogo polifunzionale di arte contemporanea” ha spiegato il rettore Zeno Rossi, felice della partecipazione dei 60 artisti alla mostra, mai così tanti in città per un appuntamento di arte contemporanea.

                                     

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Sanità, non vi serve mica l’ospedale nuovo, tanto siete bravissimi lo stesso

Next Story

Ascoli, torna a nuova vita la “cittadella dello sport”: il 7 maggio intestazione a Carlo Vittori

Ultime da