Sanità, Ascolto & Partecipazione replica con una sua mozione: “Due ospedali di primo livello nel Piceno”

3 minuti di lettura

La mozione sulla sanità (di cui abbiamo parlato QUI), che arriverà nel Consiglio comunale di San Benedetto del Tronto il prossimo 12 febbraio scatena la reazione del comitato civico ascolano Ascolto& Partecipazione che ne contesta i contenuti.

Il testo della mozione predisposta dalla lista civica Libera S. Benedetto, così come apparsa sulla stampa, è davvero stupefacente! In sintesi conferma, come risaputo da tempo, che i criteri del DM 70 del 2015 (il cosiddetto Decreto Balduzzi), al di là delle chiacchiere da convegno, consentono la presenza nel Piceno di un Ospedale di I livello e un Ospedale di base. Non solo. Nella mozione si chiede ‘secondo quanto previsto dal Piano sanitario regionale approvato il 4 febbraio 2020, con la mozione 107…anche per l’AV5 un Presidio Ospedaliero Unico di SBT-AP inteso nella sua articolazione di due ospedali’, cioè esattamente la situazione attuale! Infine, si chiede ‘la costruzione del nuovo Ospedale di I livello a S. Benedetto’. Un piccolo dubbio: ma se si propone un Ospedale di I livello su due presidi AP-SBT, che significa proporre un nuovo ospedale di I livello a S. Benedetto? O si è straordinariamente furbi, o si gioca a fare i dottori, o non si sa quello che si scrive! A questo punto sorgono due quesiti angoscianti: ma è questo il nuovo modo di ripensare la sanità del Piceno? Dopo il clamore delle barricate contro l’ospedale unico a Pagliare e la strana afasia che accomuna i Castelli, gli Antonini davvero il sindaco Fioravanti pensa di disertare ancora un confronto serio su questo tema? A & P ha già espresso pubblicamente la sua opinione ed è deludente e gravemente sintomatico per Ascoli, per S. Benedetto e per l’intero Piceno che su un tema così importante la classe politica, per furbizia, incompetenza o semplicemente per finalità elettorali, concentri tutta la sua inconcludenza“.

LA MOZIONE AL SINDACO FIORAVANTI DI ASCOLTO & PARTECIPAZIONE

I consiglieri comunali del gruppo consiliare Ascolto & Partecipazione, Emidio Nardini e Massimo Maria Speri, hanno presentato una mozione nella quale è stato ufficialmente richiesto al sindaco Marco Fioravanti di prendere i seguenti impegni:

  1. si faccia latore presso la Regione Marche dei problemi che affliggono la sanità Picena;
  2. chieda all’assessore regionale alla sanità Saltamartini che vengano supportate con atti amministrativi concreti le sue affermazioni relative all’istituzione di due ospedali di primo livello ad Ascoli Piceno e a San Benedetto del Tronto;
  3. chieda allo stesso assessore regionale alla sanità ed a quelli del Piceno Latini e Castelli una DGR in cui vengono istituiti i due ospedali di primo livello ad Ascoli Piceno e a San Benedetto del Tronto.

Di seguito il testo della mozione:

Bassi salari, alto stress da burocrazia e nei rapporti con colleghi e superiori... però fin da piccolo il mio sogno era insegnare. Ora ci provo, malgrado la politica faccia di tutto per rendermelo impossibile. Intanto scrivo d'attualità e cultura e mi occupo di social.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Grazie a Mattarella gli italiani riscoprono cosa sia la dignità

Next Story

OROX

Ultime da