Ascoli, l’Ordine degli Architetti festeggia il quarantennale

3 minuti di lettura

L’Ordine degli Architetti della Provincia di Ascoli Piceno celebra nel 2022 i quarant’anni della sua storia.
Lo spirito che ha distinto l’attività dell’Ordine nel corso di tutti questi anni si è sviluppato da un lato fornendo servizi, aggiornamenti e opportunità ai propri iscritti; d’altro canto è sempre stato forte il rapporto con le realtà sociali pubbliche e private in ambito paesaggistico ed urbanistico. In linea con queste prerogative il quarantesimo anniversario vedrà una serie di appuntamenti dedicati sia ai propri iscritti, sia alla cittadinanza.

Il primo evento ha avuto luogo il 1 giugno con la Cerimonia di Intitolazione della Sala Riunione dell’Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori della Provincia di Ascoli Piceno all’arch. Giovanna De Angelis, già vice-presidente dell’Ordine, deceduta prematuramente nel 2006 a soli 42 anni. L’hanno ricordata Sandro Mariani (presidente dell’Ordine dal 2000 al 2008) e il collega Lamberto Santoni.

In date successive ci saranno tre incontri (per ognuno dei quali sono previsti 2 crediti formativi) presso la sede dell’Ordine, Corso Vittorio Emanuele 44, in cui saranno raccolte testimonianze sulle qualità professionali e umane di Architetti del nostro territorio che sono scomparsi e che hanno lasciato una particolare impronta. Si inizia venerdì 3 giugno alle ore 17,00 con il ricordo dell’arch. Francesco Capponi. Negli altri due incontri di venerdì 24 giugno e venerdì 15 luglio, che avranno luogo come sempre nella sede dell’Ordine, saranno ricordati gli arch. Sandro D’Auria e Marcello Giostra.

Nel pomeriggio di mercoledì 27 luglio, al Chiostro di Sant’Agostino è previsto l’evento pubblico conclusivo per la celebrazione dei 40 anni dell’Ordine degli Architetti. Vari sono gli ospiti e gli approfondimenti che rendono l’appuntamento particolarmente interessante.

  • L’arch. Carlo Saladini presenterà il libro “Cento anni di professione”, da lui curato con la collaborazione dell’Arch. Fabio Viviani sulla storia della professione nel nostro territorio. 
  • Sarà ricordata l’esperienza della rivista “Architetti AP” edita negli anni dal 1995 al 1999.
  • L’arch. Nicola Di Battista, docente universitario, professionista esperto in ambito di riqualificazione storico/ambientale, già airettore della rivista Domus e da marzo 2018 della rivista del CNAPPC “l’architetto” ci parlerà dell’illustre editore ascolano Gianni Mazzocchi.
  • Saranno presenti, e omaggiati, gli architetti Vincenzo Acciarri e Innocenzo Prezzavento, due personalità che hanno scritto la storia della professione nella nostra provincia e non solo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

San Benedetto, il Monumento al Pescatore finalmente restaurato

Next Story

Ascoli, riprendono gli stage linguistici: liceo Trebbiani a Salamanca

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un