Ascoli, che ci fanno dei bagnanti in piazza?

1 minuto di lettura

Il 1992 doveva essere l’anno della nascita dell’Unione Europea con il Trattato di Maastricht, sogno per molti (e incubo per alcuni), delle Olimpiadi invernali di Albertville e di quelle estive di Barcellona, della riabilitazione di Galileo Galileo da parte della Chiesa cattolica. Bill Clinton viene eletto presidente degli Stati Uniti d’America, che si sentono nel nuovo “secolo americano”, ormai rimasti unica superpotenza mondiale con il crollo dell’Unione Sovietica. Viene inviato il primo sms della storia. E invece quell’anno in Italia è noto soprattutto per lo scoppio del caso “Mani pulite”, lo scandalo che mette a nudo la corruzione endemica delle nostre classi dirigenti: finisce, crollando nella polvere la cosiddetta Prima Repubblica, con il contorno degli attentati ai due magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino da parte della mafia insieme a pezzi dello Stato. Quell’anno è l’inizio di un cambiamento profondo per il nostro Paese fra molte contraddizioni e misteri. Ma ci sono cose che invece non sono cambiate: Enrico Mentana conduce un tg da lui appena fondato e ha un ottimo successo; Fiorello, giovane animatore siciliano, diventa una star della tv.

Mentre tutto questo accade nel mondo…. ad Ascoli Piceno si sta in Piazza del Popolo e ci si inventa una spiaggia al Bar Centrale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Cinema Ascoli, “Ma sta scena me sa che la seme vista, seme arrevate qua?”

Next Story

Test di medicina, l’estate dopo la maturità: il racconto

Ultime da

18 gennaio 2022

È tempo di svegliarsi, fare un respiro profondo e godere della dolcezza della natura. Con tutto