Dardust, un anno speciale termina con “Natale per te”

6 minuti di lettura

Si intitola “Natale per te” ed è il brano che Dario “Dardust” Faini ha creato per le festività 2021, offrendolo a Radio Deejay, che l’ha adottata come inno dell’emittente in questo mese di dicembre. Entusiasmo a mille per il direttore Linus, che con tutto lo staff della storica radio milanese ha interpretato il pezzo natalizio, scritto dal compositore, musicista e produttore ascolano con Margherita Vicario, con la partecipazione vocale straordinaria di Elodie, per la quale Dardust ha concepito a 4 mani con Elisa il grande successo “Vertigine”, il più ascoltato e scaricato negli ultimi 2 mesi in Italia.

Per Elodie, in duetto con Rkomi, l’artista marchigiano ha creato anche il nuovissimo singolo, dal titolo “La coda del diavolo”, subito gettonatissimo. E a proposito di Elisa, Dardust produrrà l’imminente nuovo album della cantante triestina, che contiene sia il brano appena uscito, intitolato “Seta”, sia il pezzo con cui lei sarà in gara a Sanremo 2022. Anche se non è ancora sicuro se Elisa sarà da lui accompagnata sul palco dell’Ariston, visto che Amadeus aveva chiesto a Dardust di essere in gara con una interprete femminile al fianco. Così come ancora non si ha certezza su quali altri pezzi il music-maker metterà le sue mani miracolose in questa edizione sanremese, visto che sono in competizione molti dei suoi pupilli: da Mahmood ad Emma, da Irama a La Rappresentante di Lista, da Sangiovanni a RKomi. Di sicuro però si sa che Elisa presenterà un brano tratto dall’album che l’artista marchigiano ha composto e prodotto per lei, in uscita dopo il Festival.

Per Dardust questa annata è da incorniciare. L’ascolano, in queste settimane in classifica anche con il singolo “Golden Nights”, accanto a Sophie and Giants, Benny Benassi e Astrality, risulta essere l’autore italiano di musica pop più prolifico e di maggior successo del 2021. Ad affermarlo è la Fimi, la Federazione Musicale Italiana, che ogni anno stila la singolare classifica di coloro che nel campo delle sette note hanno ottenuto il miglior risultato, grazie ai brani concepiti per se stesso e per altri artisti. Il lavoro effettuato dal musicista, autore e produttore dall’inizio dell’anno ha dello straordinario. Si tratta di un esito che va a raccogliere i frutti di un operato ormai più che decennale per lui, con decine di brani che in tutto questo tempo hanno dominato nelle radio, nelle piattaforme e nelle classifiche di vendita: da “Pamplona” per Fabri Fibra a “Riccione” per i The Giornalisti; da “Magnifico” per Fedez e Francesca Michelin a “Luca lo stesso” di Luca Carboni; da “Partiti adesso” di Giusi Ferreri a “Se piovesse il tuo nome” per Elisa; da “Guaranà “ di Elodie a “Calypso” di Charlie Charles. Solo per citarne alcuni. E senza ovviamente dimenticarci dell’eccezionale successo di “Soldi” per Mahmood, trionfatore a sorpresa del Festival di Sanremo 2019 e divenuta poi hit di proporzioni mondiali dopo la partecipazione all’Eurovison Song Contest.

Stavolta Dario, che ha potuto contare anche sugli echi provenienti il nuovo album di Alessandra Amoroso, “Tutto accade”, che vanta la sua produzione e numerose canzoni da lui create, oltre naturalmente al suo ultimo progetto discografico, intitolato “S.A.D. Storm and drugs” che, uscito nei mesi della pandemia, ha fatto davvero il pieno di trionfi. E poi è bene ricordare le vendite eccezionali di due album da record, quelli di RKomi e San Giovanni, densi di pezzi scritti da Faini, a partire da quel tormentone senza fine chiamato “Malibu”, musicato dall’artista ascolano e interpretato da quest’ultimo, vincitore della scorsa edizione di “Amici”.

A far salire le quotazioni di Dario “Dardust” Faini, sino a farlo balzare al primo posto del 2021 è stato quest’anno soprattutto ciò che è emerso dopo l’ultima edizione di Sanremo. “La genesi del mio colore” di Irama e “Voce”, il brano cantato da Madame, entrambi in gara alla kermesse canora, sono stati tra i brani più venduti, conquistando ciascuno il triplo disco di platino, con oltre 210 mila copie. Un exploit ottenuto da Madame anche con l’album, con cui è riuscita a vendere più di 100 mila copie. Benissimo è andata anche al brano “Amare” della Rappresentante di Lista e a “Glicine” interpretato da Noemi, entrambi diventati dischi di platino, con oltre 70 mila copie. Tutto questo, mentre il talento dell’artista ascolano è rivolto a continui nuovi progetti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Capitale della cultura, Vittorio Sgarbi torna ad Ascoli

Next Story

Come si vive ad Ascoli? Nella classifica sulla qualità della vita, il Piceno perde posizioni

Ultime da