Ascoli, una corazzata da trasferta

3 minuti di lettura

La vittoria sul Cosenza alla vigilia era ritenuta… doverosa. E l’Ascoli ha fatto bene il compito che gli era stato affidato rifilando quattro goal (anche quello della compagine silana è stato messo a segno , con un autogoal, dall’Ascoli) ad una squadra avversaria che sul campo ha mostrato i “segni” di un mese tremendo fra Covid 19 e partite di campionato non giocate con conseguente scarso minutaggio nella loro muscolatura. La vittoria per 3 a 1 conseguita al San Vito Marulla ha consegnato all’Ascoli un singolare primato: in passato, e parliamo di tanti lustri arretrarti, mai nessuna squadra, partita con l’obiettivo di raggiungere la salvezza, abbia conseguito in venti partite giocate sette vittorie esterne, e non è ancora finita in quanto mancano da giocarne altre nove in trasferta.

E’ fuor di dubbio che l’undici bianconero si trovi più a suo… agio quando gioca su un campo avverso. Se riuscirà a migliorare il suo rendimento quando giocherà al Del Duca beh, siamo convinti che si potrà puntare su una classifica di rilievo che potrebbe portare ad entrare a far parte della griglia play off ossia fra le otto squadre che si contenderanno l’ultimo posto valido per accedere alla serie “A”.

Leali 6 : Pomeriggio di assoluta tranquillità… disturbato dall’autorete che gli ha rifilato il compagno di squadra Tsadjout.

Baschirotto 6 : dopo la bella prestazione contro la Ternana si è ripetuto anche a Cosenza con la sola eccezione che non ha realizzato un goal.

Falasco 6 : esordio discreto che lascia ben sperare per il prosieguo del campionato.

Quaranta 6,5 : non ha fatto rimpiangere l’assenza di Botteghin.

Bellusci 6,5 : con la sua esperienza riesce a risolvere ogni critica situazione.

Eramo 6 : il solito “soldatino” che dà il suo prezioso apporto quando viene chiamato in causa.

Saric 6 . in passato ci aveva abituati a prestazioni apprezzabili.  Non sta attraversando il suo momento migliore. Sufficienza di stima.

Caligara 6,5 : la sua fisicità è una garanzia per il reparto. Rigorista infallibile.

Collocolo 7 : il suo goal ha portato in vantaggio l’Ascoli. Poi, è risultato prezioso nella manovra di filtro a protezione della difesa.

Tsadiout 6 : bravo nel gioco aereo, altruista nel dare una mano alla retroguardia. Ha 20 anni e può solo migliorare.

Bidaoui 7,5 : prestazione superba. Suoi dribbling e le accelerazioni spaccano la retroguardia avversaria. Finalmente Sottil si sarà reso conto dell’importanza del suo giocatore.

Iliev 6 : il bel goal che ha realizzato, secondo di campionato, gli sarà più sicurezza nei propri mezzi.

Buchel 6 : nella parte finale dell’incontro ha dato man forte al centrocampo.

Palazzino ng : pochi minuti in campo utili per acquisire esperienza.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Il costo pesante dell’energia sta spegnendo il commercio

Next Story

Ameli (PD): “Inaccettabile il taglio degli stipendi del personale sanitario dell’Area Vasta 5”

Ultime da