Per l’ultima di campionato a tifare Ascoli ci saranno anche i “picchi” inglesi

3 minuti di lettura

In genere si arriva all’ultima giornata di campionato con ogni problema, sia per quanto riguarda le promozioni che le retrocessioni,  già definito. Il campionato cadetto edizione 2021 – 22, invece, dopo 38 giornate, dovrà stabilire un paio di cose. Fra queste, quella che ci riguarda direttamente, la posizione che assumerà l’Ascoli in vista dei play off, già garantita dall’attuale settimo posto ma potrebbe essere migliorata qualora si verifichino alcuni risultati. Qualora il Pisa perdesse a Frosinone e l’Ascoli battesse la Ternana andrebbe ad occupare la quarta posizione che darebbe accesso diretto alle semifinali, quindi salterebbe il turno preliminare ad eliminazione diretta.

Tutto è pronto per affrontare l’undici di Lucarelli al cospetto di una cornice di pubblico che dovrebbe far registrare il record di presenze della stagione.

Sottil ha solo l’imbarazzo delle scelte. Al termine dell’allenamento di rifinitura, tranne Salvi, squalificato, e Felicioli non ancora in condizioni fisiche per poter scendere in campo, il tecnico ha convocato tutti gli elementi della “rosa”. 

La formazione più probabile vedrebbe Leali fra i pali, Botteghin e Bellusci centrali, Baschirotto sulla fascia destra e Falasco a sinistra. Centrocampo con Saric, Collocolo, Caligara mentre sulla destra dovrebbe agire Maistro. In attacco Bidaoui  dovrebbe fare coppia con Dionisi oppure Tsadouit.

Arbitro del confronti sarà Maggiori di Lecco un fischietto con il quale l’Ascoli ha sistematicamente incontrato delle difficoltà. Speriamo che questa volta tutto fili secondo giustizia sportiva.

“Piacere, anche noi siamo picchi”

A sostenere il “Picchio”, ci saranno anche i “Picchi”. Sembra un gioco di parole, invece è la realtà. Un gruppo di ragazzi, per la precisione nove, sostenitori di una squadra dilettantistica inglese, il Woodbridge Town, cittadina a poche miglia da Londra, i cui giocatori sono soprannominati i “Picchi”. 

Due anni or sono, navigando su Internet, hanno scoperto che la squadra ascolana ha come simbolo il Picchio e come maglie quella bianconera, tutto come  la loro. A suo tempo hanno inviato una lettera alla presidenza dell’Ascoli chiedendo di potersi gemellare con la squadra ascolana. Naturalmente la proposta è stata accolta con grande entusiasmo e sarebbe stata suggellata con un incontro, andata e ritorno, fra le rispettive tifoserie. Poi, il Covid ha bloccato tutto e solo ora l’iniziativa è stata possibile concretizzarla. I tifosi ascolani dei vari club, unitamente alla società di Corso Vittorio, hanno accolto fraternamente i colleghi inglesi che assisteranno., e tiferanno, alla partita Ascoli – Ternana. Queste sono le iniziative che fanno tanto bene al calcio! 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Il Sestiere di Porta Solestà e il Comune di Ascoli insieme per il sociale

Next Story

I 20 anni del Circolo Sociale di Porta Solestà

Ultime da