1 minuto di lettura

Qualche giorno fa è finita la Milanesiana (Verdone, Zoff, Ermal Meta, Eduardo De Crescenzo – che non hanno fatto quello che sapevano fare, ma hanno solo chiacchierato – e il solito Vittorio Sgarbi, tanto per gradire), a metà agosto arriveranno Ghali, Ariete e Brunori Sas (venduti per 3 big ma, tolto Brunori Sas, sfido chiunque a dimostrarmi che lo sono veramente), poi 4 notti bianche con ospiti di questo calibro: Viola Valentino a Porta Solestà, Boby Solo a porta Maggiore, forse Fred De Palma il 10 agosto, ancora da individuare a Monticelli (possiamo parlare di “datati”? ).

Se questo dovrebbe farci definire ottimo il programma estivo, c’è da chiedersi con quale logica pensavano di diventare Capitale della Cultura 2024 e competere con Pesaro (tanto per dire chi ha vinto), con Grosseto, Vicenza ecc. ecc. Meglio pensare allora che Pesaro abbia vinto perché il sindaco Ricci è amico del ministro Franceschini e chiuderla lì.

Non siete ancora convinti? Vi consiglio allora di guardarvi il cartellone di Servigliano, che non è di certo né Roma e neppure Milano, ma che a quello ascolano dà tanti punti: Irama, Paolo Nutini, Bianco, Pinguini Tattici Nucleari, Frah Quintale, Psicologi, Rkomi…

Credete che possa bastare per sentire cosa ne pensate?

Non sono riuscito a trovare un lavoro serio, così ho fatto il giornalista

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Next Story

Vado al Massimo! Gubbini vince il palio di luglio

Ultime da

In principio c’era il Merito Un tempo, nella Lega non più secessionista, c’era Salvini che un

Che passione ragazzi!

Oltre 500 tifosi bianconeri saranno presenti sugli spalti del “Druso” di Bolzano per sostenere la propria