Sant’Emidio, dopo lo stop tornano i fuochi d’artificio e i concerti

3 minuti di lettura

Una vera e propria ripresa dei festeggiamenti per il Santo Patrono, dopo due anni di stop obbligato a causa della pandemia da Covid-19. Torneranno quindi i fuochi d’artificio, la tombola in Piazza Arringo, concerti e altri tantissimi eventi, per il giorno più atteso dell’anno. Sì, perché Sant’Emidio è il giorno più importante degli ascolani. E’ il giorno in cui si festeggia il salvatore, colui che ha protetto la nostra città dal terremoto del 1703 che colpì le Marche.

Un ricco programma quello che si prospetta dal 26 luglio, giorno in cui si celebra Sant’Anna, che segna l’avvio dei festeggiamenti del santo patrono, fino al 7 agosto, giorno della Giostra della Quintana, a lui dedicata.

Un’edizione che segna la ripresa dei vari eventi che ogni anno si sono festeggiati ma che putroppo erano stati vietati a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

I festeggiamenti che saranno di carattere sia religioso che civile, coinvolgeranno l’intera comunità ascolana, per un vero e proprio ritorno alle tradizioni.

Ci prepariamo a vivere con gioia queste tradizioni anche se non dimentichiamo di prestare sempre molta attenzione visto l’innalzamento dei contagi di questi giorni. Il giorno di Sant’Emidio, è il giorno di tutti gli ascolani, è il giorno in cui ognuno di noi ritrova quel senso di comunità e di appartenenza, che nei due anni di pandemia, è venuto meno. Ed è il giorno che segna la rinascita non economica ma sociale e spirituale” ha spiegato il sindaco Marco Fioravanti.

Ricco il programma civile di questa edizione:

La mattina alle ore 9.30 in Piazza Arringo e in Piazza Simonetti ci sarà l’ omaggio alle autorità cittadine a cura della Banda musicale di Venagrande e a seguire alle 10.30 nel Loggiato di Palazzo Arengo, verranno consegnati gli omaggi a tutti/e i/le cittadini/e di nome Emidio e Emidia.

Alle 11 nel complesso di Sant’Ilario presso Sant’Emidio alle Grotte, verrà aperto al pubblico il Museo di Sant’Emidio con visite guidate e visita alle catacombe. Il Museo resterà aperto fino a tarda serata.
Serata ricca di musica, con il concerto alle ore 21.00 in Piazza del Popolo del “Piceno Pop Chorus”. Musiche e balli popolari a cura de “I Piceni Pizzicati”,invece alle ore 22.30 nel Loggiato di Palazzo Arengo: musiche e balli popolari.
Infine, alle 24.00 in Piazza Arringo ci sarà l’ estrazione della tradizionale Tombola di Sant’Emidio. A seguire, nel lato sud della città, spettacolo pirotecnico.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Spelonga, Luca Barbarossa a “La Festa Bella”

Next Story

San Benedetto, 5000 biglietti venduti per Gabbani, Lauro e J-Ax: grande successo per l’Rds Summer Festival

Ultime da