san benedetto

San Benedetto, 5000 biglietti venduti per Gabbani, Lauro e J-Ax: grande successo per l’Rds Summer Festival

/
7 minuti di lettura

Grande successo per l’Rds Summer Festival. La carovana che diffonde il ritmo dell’estate con musica e concerti live con sei tappe italiane, quest’anno è arrivata anche a San Benedetto del Tronto con una tre giorni di musica portando in riviera i più grandi nomi del panorama musicale italiano e dj internazionali.

Un bilancio più che positivo quello registrato in questo fine settimana che ha visto circa cinquemila presenze ai concerti, come ha dichiarato l’assessore al turismo Cinzia Campanelli:

Con RDS Summer Festival l’amministrazione comunale ha voluto fare una scommessa: portare a San Benedetto un evento di portata nazionale e realizzarlo in uno spazio non convenzionale, la pineta Falcone e Borsellino, in linea con il principio di distribuire le manifestazioni e non concentrarle nelle solite aree.
Dopo questi tre giorni di musica e divertimento caratterizzati da una grande partecipazione possiamo guardare all’evento appena conclusosi come a una scommessa vinta. Si è trattato di “una vera botta di energia” per la nostra città, che ha visto una zona, di solito poco popolata nelle ore serali, animarsi come non mai e diventare una gigantesca discoteca all’aperto.
La soddisfazione è stata ancora maggiore nel vedere famiglie con bimbi piccoli, persone con disabilità e giovani tutti insieme, a conferma del fatto che l’evento è stato pensato nei minimi particolari e realizzato in modo che fosse a misura di tutti.
La scelta coraggiosa di destinare una area mai utilizzata per questo genere di eventi ha avuto un riscontro più che positivo. In futuro torneremo a considerare in maniera concreta l’impiego di quest’area per altre manifestazioni, ampliando così il numero di spazi rodati che possono ospitare eventi cittadini ed estendere divertimenti e intrattenimento in altre zone, notoriamente lasciate da parte, della città.
Per noi amministratori è stata un’immensa soddisfazione vedere quanto grande sia stata la partecipazione all’RDS Summer Festival: mille sono stati i biglietti staccati il primo giorno, duemila il secondo e altrettanti il terzo. E poi i tanti giovani che si sono ritrovati nella cornice della pineta “Falcone e Borsellino” nelle ore successive ai concerti per i DJ set aperti a tutti, quelli, tra cui tantissimi bambini, che hanno affollato di giorni il Beach Village allestito nell’area ex camping.
Colgo l’occasione per ringraziare il personale del Comune, i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine, i volontari della Croce Rossa: tutti si sono adoperati per far sì che la città si presentasse al meglio
”.

Ospite della prima serata dell’Rds Summer Festival, che si è svolta venerdì 15 luglio, uno dei cantautori più apprezzati del momento, Francesco Gabbani. Il cantautore è stato preceduto dalla band ascolana, gli Utah, e poi dal musicista Matteo Lotti. Gabbani ha portato sul palco i suoi più grandi successi, da “Occidentali’s Karma” con cui ha vinto il Festival di Sanremo nel 2017, “Estate”, “Viceversa”, “Amen”, “Spazio e tempo”, “La rete”, ” Peace & Love”, ” Eternamente ora”, “Tra le granite e le granate”, e “Il sudore si appicica”. Su richiesta del pubblico, ha anche concesso il bis del ritornello de “La rete”.

Pubblico in delirio per Achille Lauro, ospite della seconda serata del Festival. L’artista è stato preceduto da Julia Liros, cantante pop e raggaeton e dal giovane rapper marchigiano Calma. Il cantante è salito sul palco con tutta la sua estrosità, con pantaloni pitonati e una canottiera “vedo e non vedo”, sulle note di “Generazione X” e tutti gli altri brani che lo hanno portato al successo, dai pezzi sanremesi “Domenica” e “Rolls Royce” e “Me ne frego” a ” Marilù”, “16 Marzo”, “Scat men”, “Latte+”, “1969”, ” Bam bam twist” e “Maleducata”. Un artista che non si risparmia mai e vuole sempre stupire. Ad un certo punto della serata, infatti, si è spogliato mandando tutto il pubblico in visibilio. Gran finale con “C’est la vie”.

E protagonista dell’ultima serata dell’Rds Summer Festival è stato J-Ax. Visibilmente emozionato, lo “zio del rap”, ha ricordato un po’ il suo passato, quando faceva parte prima degli Space One negli anni ‘90 e poi degli Articolo 31, rappando e riproponendo “Spirale Ovale”, “L’altra metà”, “Uno di quei giorni”, “Non è un film”, “Ohi Maria”, “Gente che spera” e tutti gli altri da solista come “Ostia lido”, ” Italiana”, “La mia hit”, “Salsa”, “Intro”, “Maria Salvador”, “Vorrei ma non posto”,” Sono un fan” e “Senza pagare”. Ad aprire la serata il rapper sambenedettese J. And, Danira, il rocker Edo Ferragamo e gli ascolani Manuele Capannelli e Frank Silenzi. Gran finale con il dj e producer Cristian Marchi che ha fatto scatenare il pubblico come in una vera e propria discoteca.

Il prossimo evento sarà quello in programma il 24 Luglio al Palazzo Alto di San Benedetto del Tronto, in Piazza Bicentini, nell’ambito dell’iniziativa “Nel cuore nell’anima- Ritratti d’autore in musica e parole” che vedrà come ospite Elio e le Storie Tese cantare e recitare Enzo Jannacci.

Infine appuntamento con la musica con il San B. Sound in programma dal 30 agosto al 1° settembre al Parco di rugby Nelson Mandela che vedrà come ospiti i cantautori Tommaso Paradiso e Franco 126 e i rapper Capo Plaza, Tony Effe, Rhove, Shiva e Packy.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Sant’Emidio, dopo lo stop tornano i fuochi d’artificio e i concerti

Next Story

Ascoli, Notte Bianca a Porta Maggiore con Bobby Solo

Ultime da