Risonanza magnetica di ultima generazione, la Clinica San Marco guarda al futuro

2 minuti di lettura

La Clinica San Marco di Ascoli Piceno punta sull’innovazione e sulla formazione. E’ stato presentato infatti un nuovo macchinario di ultima generazione per effettuare la risonanza magnetica, così da potenziare ulteriormente i servizi della struttura ascolana da sempre vicina ai propri pazienti.

Si tratta di una macchina moderna che ci permetterà di effettuare una serie di controlli più approfonditi e di qualità non solo le tac ma anche esami vascolari, anatomici che riguardano cuore, addome, prostata, con una risoluzione superiore rispetto a quelli utilizzati fino ad oggi. I nuovi esami andranno a snellire le liste d’attesa. Una risonanza performante a 1,5 tesla. A ciò si aggiunge un personale altamente qualificato ed aggiornato, per il quale già ci stiamo preparando” hanno spiegato Carlo Marinucci e Carlo Rossi del reparto di Radiologia e Diagnostica per immagini.

Presente alla conferenza stampa di presentazione il sindaco Marco Fioravanti e il neo senatore Guido Castelli.

L’integrazione tra sanità pubblica e quella privata è fondamentale per alleggerire il carico del nostro ospedale. Questa sinergia anche con le istituzioni è importante per far sì che venga coinvolta tutta la popolazione ed altrettanto importante è investire sul personale sanitario, su nuovi macchinari soprattutto dopo il periodo difficile che abbiamo avuto che ha portato ad una crescita della domanda mentre l’offerta è rimasta invariata” ha dichiarato il primo cittadino.

Dello stesso parere anche Castelli: “La clinica San Marco sta avendo dei cambiamenti di rilevanza pubblica, non solo personale formato e qualificato ma anche delle attrezzature di avanguardia, grazie agli aiuti messi a disposizione del Governo“.

Presente anche ilpresidente di Confindustria, Simone Ferraioli, il settore della sanità è di fondamentale importanza, per questo dobbiamo continuare ad investire e andare verso l’innovazione e l’alta formazione“.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Il cammino in Coppa si ferma a Genova, ma il campo ha detto che la strada è quella giusta

Next Story

Ultime da