Ascoli, Quintana si (ri)parte

2 minuti di lettura

È partito il conto alla rovescia, la Quintana è pronta per per far ritornare alla normalità, almeno per una notte, la vita di tutti gli ascolani. Musici, sbandieratori, dame e cavalieri, consoli e castellani, in numero ridotto, più che dimezzato, ma quanto basta per sentirsi dentro la normalità. Si parte venerdì 9 alle 19 con il saluto alla Madonna della pace. In quell’occasione i consoli decideranno il destino dei loro cavalieri, perché saranno loro ad estrarre l’ordine di partenza.

L’ordine non lo conosciamo ma proviamo a dare un ordine a quelli che potrebbero essere i favoriti: in genere il campione in carica è quasi sempre il cavaliere da battere, ma il buon Lorenzo Melosso sa bene che non è lui il favorito, ma sa altrettanto bene che è pronto a dare la zampata decisiva come ad agosto del 2019. Per palmares e bravura resta sempre Luca Innocenzi di Porta Solestà il favorito della giostra seguito dal concittadino Massimo Gubbino che difenderà i colori di Porta Tufilla.

Ma come detto Il campione in carica di Porta Romana è li in agguato al pari di Mattia Zannori di Porta Maggiore sempre più vicino ad accarezzare un sogno lontano quasi 40 anni. Non me ne vogliano ma Lionetti della Piazzarola e Chicchini di Sant’Emidio partono un po’ indietro rispetto ai favoriti ma questo è solo sulla carta poi una volta saliti sull’otto volante tutto può accadere.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Paul Giorgi e Giacomo Borraccini, due ingegneri (o quasi) “Sulle note dell’Umanità”

Next Story

Quintana, un “rischio calcolato”?

Ultime da