Quintana, tutti i nomi dei cavalli scelti dai sei sestieri

3 minuti di lettura

Manca ormai pochissimo alla Giostra di Agosto della Quintana di Ascoli, dedicata al patrono Santt’Emidio.

Nella giornata di domani si svolgeranno le visite veterinarie curate come ogni anno dal team dell’Università di Teramo. I sei cavalieri giostranti torneranno allo Squarcia per proseguire la preparazione in vista della Giostra di domenica 7 agosto.

Cavalieri che anche per l’edizione di agosto hanno scelto scuderie forti che li accompagneranno nella sfida più importante.

Ecco tutti i nomi dei cavalli che andranno a visita domani:

Pierluigi Chicchini per SANT’EMIDIO ha scelto Via del Canto (purosangue inglese di 6 anni) e Sochi Tango ( purosangue inglese di 7 anni), con il primo come riserva, il secondo come titolare con cui correrà domenica. Un cambio quindi rispetto all’edizione di luglio.

Lorenzo Melosso per PORTA ROMANA scenderà in campo con  Nata’s Jam (purosangue inglese di 10 anni), con cui ha vinto nel 2019. Come riserva, ritroveremo Magic Strike (purosangue inglese di 8 anni).

Il campione Luca Innocenzi per PORTA SOLESTA sicuramente porterà Love Story (purosangue inglese di 13 anni), con cui ha vinto ben tre quintane nel 2018, 2019 e 2021. La scelta su quale scuderia porterà domenica sarà effettuata il giorno stesso.

Massimo Gubbini per PORTA TUFILLA ha scelto Trentino (purosangue inglese di 9 anni), con cui ha vinto l’edizione di luglio della Quintana e come riserva, ci sarà Un Uomo Felice (purosangue inglese di 5 anni).

Mattia Zannori per PORTA MAGGIORE porterà a a visita Livarot ( purosangue inglese di 11 anni)e Loveme (purosangue inglese di 5 anni), per poi effettuare la scelta definitiva successivamente.

Nicolas Lionetti per la PIAZZAROLA: Con il cuore (purosangue inglese di 8 anni) e Caimano (purosangue inglese di 7 anni). Quest’ultimo come riserva.

Oltre alle visite ai cavalli, domani appuntamento con l’offerta dei ceri alle 20 in Piazza Arringo dinanzi al Duomo.

Nell’antichità i rappresentanti delle arti e corporazioni donavano al vescovo della città un cero votivo per accattivarsi la benevolenza del patrono Sant’Emidio. Il comune di Ascoli contribuiva con il “ciro grande”.

Durante la cerimonia, Mons. Palmieri leggerà un celebre brano tratto dalla prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi. Una novità di quest’anno, sarà rappresentata da due sacerdoti che entreranno in scena per ripercorrere la conversione di Sant’Emidio. Il tutto sarà accompagnato da delle fiaccole e dal suono delle charine.

Grande attesa per il sorteggio che decreterà l’ordine degli assalti della Giostra di domenica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Emidio di Treviri, come risollevare La comunanza sul monte Cerasa tramite l’autocostruzione

Next Story

Ascoli, in migliaia per la “Rassegna di Moda su Misura”

Ultime da