27 gennaio 2022

3 minuti di lettura

“Quando ti alzi al mattino, pensa quale prezioso privilegio è essere vivi: respirare, pensare, provare gioia e amare.”

Il sole sorge alle 7,35 e tramonterà alle 17,10. Cielo in prevalenza sereno, con transito di velature dal pomeriggio, non sono previste piogge. Durante la giornata la temperatura massima sarà di 11°C, la minima di 3°C.

La chiesa festeggia oggi Sant’Angela Merici. Nata a Desenzano sul Garda, di Desenzano è la Patrona. Dapprima prese l’abito del Terz’Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant’Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore.

IL FATTO DEL GIORNO

Quirinalie, ovviamente. Ieri doveva essere il giorno della “prova generale”, invece è stato il giorno della confusione. Avrei dovuto dire dei casini, con la “c” minuscola, ma Casini, con la “C” maiuscola, è un candidato, quindi ho evitato di confondere.

Casini, allora (ad inizio frase la “c” è sempre maiuscola). Se tutti sono d’accordo su un uomo super partes, perché Casini allora? Ha militato nella DC, poi ha fatto un partitino al centro per spostarsi subito a destra, quindi ha fatto l’occhialino alla sinistra e con il PD s’è fatto eleggere a Bologna… Più che super partes, direi inter partes.

Ma non c’era la rosa di tre nomi della destra? È durata il tempo di un battito di ciglia, poi ognuno per la sua strada. La Meloni, tomo tomo cacchio cacchio, ha fatto votare Crosetto tanto per far capire che se vuole può mettersi di traverso; Salvini è salito da Cassese, forse per chiedere consiglio, come si faceva un tempo con i vecchi saggi isolati nella grotta, o forse per chiedere la sua disponibilità ad acquartierarsi nella “grotta” del Quirinale. 

E oggi ci riprovano. Il quorum scenderà e volendo si potrebbe tirare fuori il coniglio dal cilindro. Averlo un coniglio! Casini? Il nome non promette nulla di buono. Cassese? Troppo anziano si risentirebbe Berlusconi. Draghi? E poi chi garantisce i conti in Europa? Meglio una donna allora. Cartabia, Belloni, Moratti. Finalmente capiremo quanto sia sentita la vera “le donne hanno gli stessi diritti degli uomini” o se è solo ipocrisia.

IL PENSIERO DI OGGI 

 “La vita è come un libro. Quando qualcosa va storto, non chiuderlo, ma semplicemente volta pagina.“

Non sono riuscito a trovare un lavoro serio, così ho fatto il giornalista

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli e Samb al mercato di riparazione

Next Story

Ascoli, Giorno della Memoria: “Una città in cui imperversano imbrattatori fascisti”

Ultime da