4 febbraio 2022

4 minuti di lettura

“Ma quelli che scrivono Buongiorno Mondo, lo sanno che dall’altra parte della Terra è notte?”

Il sole sorge alle 7,18 e tramonterà alle 17,18. Condizioni di cielo poco nuvoloso. Nel dettaglio: qualche nube sparsa al mattino, cielo poco nuvoloso o velato al pomeriggio, bel tempo alla sera. Durante la giornata la temperatura massima verrà registrata alle ore 15 e sarà di 14°C, la minima di 4°C alle ore 6.

La chiesa celebra oggi  tre santi, Gilberto, Giuseppe da Leonessa e Rabano, anche se i calendari riportano tutti san Gilberto, 

Rabano, fu abate di Fulda e poi vescovo di Magonza, scrisse il De Universo, un’opera enciclopedica in ventidue libri, un ricco materiale di informazione sugli esseri spirituali e creati, animati e inanimati e sulle varie arti, scienze e tecnologie. L’opera era stata pensata quale sussidio per la predicazione. Giuseppe da Leonessa fu frate francescano, missionario e predicatore itinerante, creatore di piccoli ospedali per i meno abbienti e dei Monti di Pietà e dei Monti Frumentari per combattere l’usura. Infine Gilberto, figlio di Jocelino, facoltoso cavaliere di origine normanna stabilitosi in Inghilterra al seguito di Guglielmo il Conquistatore, e di una inglese di modeste condizioni. Nacque a Sempringham nel Lincolnshire intorno al 1083 e fu avviato giovanissimo alla carriera ecclesiastica. Fondò un ordine monastico in cui impose una doppia disciplina di vita: alle monache la regola di San Benedetto, ai chierici quella di sant’Agostino.

IL FATTO DI IERI

Ieri Mattarella ha giurato per il secondo mandato. Si chiude la settimana di calvario dei politici.      In aula c’erano tutti. O quasi. Ne mancavano venticinque, causa Covid. Fra essi anche Salvini. Quando ero bambino, se ad ogni marachella mi facevo male, mia nonna diceva “il giusto della Madonna”, per dire che la punizione era venuta dall’alto. Nel caso di Salvino, non s’è scomodato il cielo (uno che gira col rosario in mano dovrebbe essere immune da queste punizione), ma il Covid,  che non guarda in faccia a nessuno 

Il buon Matteo, però, non si è perso d’animo, si è chiuso in casa e in maniche di camicia, davanti ad un computer aperto ed a fogli sparsi sul tavolo, si è selfato, pronto a lavorare nonostante tutto.

Inevitabile la valanga di post, sempre arguti seppure pesanti (ma il personaggio se li tira), ho scelto il meno acido “Dovrebbero tenerti chiuso, senza telefono e computer, per almeno due mesi. Allora la Lega si riprenderebbe!”

La Meloni ha rincarato la dose “Salvini? Folle quello che ha fatto”. 

Ci sarebbe di che meditare, se non fosse che meditare significa letteralmente “fermare a lungo il pensiero con grande attenzione profondamente su qualcosa e riflettere”. Troppo per un uomo solo!

IL PENSIERO DI OGGI 

“Auguro a tutti una giornata felice, perché la gente felice non rompe le palle”.

Non sono riuscito a trovare un lavoro serio, così ho fatto il giornalista

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Il nuovo Ascoli alla prova Perugia

Next Story

Grazie a Mattarella gli italiani riscoprono cosa sia la dignità

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un