Valentini spiega i movimenti di mercato e Sottil cambia modulo

3 minuti di lettura

A calciomercato chiuso, l’Ascoli prova a tirare le somme e, almeno sulla carta dovrebbe essersi rinforzata. Usiamo il condizionale in quanto a certificare la validità dei giocatori nuovi arrivati dovrà sempre essere il campo. Sono entrati a far parte della “rosa” bianconera, già ampia, altri cinque giocatori: Bellusci, Falasco, Ricci, Paganini, Tsadjout, con Fontana che da diverse settimane è in prova ma verrà contrattualizzato come è stato fatto anche per Barone.

Questa la “rosa” bianconera:

Portieri: Leali, Guarna e Bolletta.

Difensori: Bellusci, Botteghin, Baschirotto, Salvi, Quaranta, Tavcar, Felicioli, D’Orazio e Falasco.

Centrocampisti: Saric, Buchel, Caligara, Ricci, Paganini, Maistro, Eramo, Collocolo e Franzolini, Fontana, Barone.

Attaccanti: Bidaoui, Iliev, Dionisi, Tsadjout, De Paoli, Palazzino.

Resta da definire le posizione di Donis e Spendlhofer con i quali il direttore sportivo Valentini sta discutendo lo rescissione dei rispettivi contratti.

Come si vede, Sottil avrà a disposizione 29 giocatori per cui non mancherà per il tecnico l’imbarazzo delle scelte.

Il DS ascolano Valentini

Il direttore sportivo Valentini ha tenuto nel pomeriggio una conferenza stampa nel corso della quale ha spiegato le dinamiche del calciomercato invernale dell’Ascoli. Sottil, intenzionato a cambiare modulo di gioco della squadra, aveva chiesto specificatamente alcuni giocatori, quali Paganini e Ricci, allo scopo di dare maggiore ampiezza alle manovre dei bianconeri. In pratica non giocherà più con il trequartista a ridosso delle due punte ma le azioni si svilupperanno soprattutto sule fasce esterne. Capitolo Sabiri. “Speriamo – sottolineato il Ds – che a fine campionato non torni indietro”. Sarebbe a dire che la Sampdoria decida di riscattarlo. Non ha comunque parlato di cifre.

Fontana verrà contrattualizzato mentre Barone torna alla società d’origine.

Ha sottolineato che l’Ascoli avrebbe voluto sistemare Donis e Spendhofer ma non è pervenuta alcuna richiesta per entrambi. L’ultima carta che si giocherà l’Ascoli è che i due giocatori chiedano la rescissione del contratto in considerazione del fatto che non rientrano nei piani del tecnico. Per finire, Valentini ha specificato che Fabbrini aveva avuto una richiesta da parte del Perugia ma  sul giocatore è piombata l’Alessandria che ha dimostrato di essere più decisa rispetto agli umbri. Ceduto il giocatore Valentini ha provveduto a sostituirlo con Federico Ricci.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Mozione al Consiglio comunale di S. Benedetto, l’ospedale di 1° livello in Riviera. A rischio il futuro del Mazzoni?

Next Story

3 febbraio 2022

Ultime da