Contro il Como per allontanare il mal di casa

5 minuti di lettura

QUI ASCOLI

Dopo le due vittorie in trasferta (Terni e Cosenza), nessuno immaginava che l’Ascoli potesse perdere ancora in casa e contro un Perugia, seppure ordinato e attento in ogni reparto, non era imbattibile. Ma quando si gioca male e si offre una bruttissima prestazione, la sconfitta è inevitabile. E l’Ascoli in casa sembra il lontano parente piccolo e brutto, del bel cigno che si vede fuori casa. Non so se tecnicamente sia possibile, ma a Pulcinelli converrebbe chiedere di giocare sempre fuori.

Dopo la rifinitura pomeridiana al Picchio Village, Sottil ha convocato 22 calciatori per il match con il Como per la ventiduesima giornata del campionato di Serie B. Torna in lista Federico Dionisi, mentre restano fuori gli infortunati Luca Paganini, Gian Filippo Felicioli, Mirko Eramo ed Enrico Guarna.

Contro i lariani i ragazzi di Sottil sanno benissimo che per cancellare la sconfitta patita ad opera dei “grifoni” dovranno vincere e non solo, ma anche convincere. Le ultime notizie in casa bianconera non sono particolarmente confortanti in quanto  tre membri della squadra, di cui non sono stati forniti i nomi, si trovano nelle rispettive abitazioni in isolamento fiduciario in quanto colpiti da Covid 19. E’ vero che la “rosa” a disposizione del tecnico bianconero è composta da un ampio numero di elementi ma bisognerà vedere quali sono i giocatori che daranno forfait. Comunque sia le aspettative sono ben delineate, dirette a raggiungere l’obiettivo massimo.

Questa la lista dei convocati
PORTIERI: Bolletta, Leali

DIFENSORI: Baschirotto, Bellusci, Botteghin, D’Orazio, Falasco, Quaranta, Salvi, Tavcar

CENTROCAMPISTI: Buchel, Caligara, Collocolo, Maistro, Saric

ATTACCANTI: Bidaoui, De Paoli, Dionisi, Iliev, Palazzino, Ricci, Tsadjout

Per quanto riguarda l’undici che scenderà in campo le incognite  sulle scelte del tecnico  sono diverse. La sola “casella” certa è riservata al portiere Leali, intoccabile, con il solo Bolletta in panchina. La linea dei terzini è tutta da decifrare: Salvi o Baschirotto a destra, D’Orazio o Falasco a sinistra? La coppia dei centrali dovrebbe essere composta da Bellusci e dal rientrante Botteghin, con Quaranta e Tavcar, pronti a subentrare. La composizione del centrocampo è tutta da definire. Tranne Eramo, Sottil ha a disposizione Buchel, Caligara, Collocolo, Maistro e Saric. Sarebbe augurabile un reparto muscolare sulla base delle caratteristiche di gioco del Como. In attacco solo Bidaoui è sicuro di partire titolare. Ballottaggio per il ruolo di prima punta fra Iliev e Tsadjout mentre Dionisi, ancora non al 100 per 100, lo vedremo in panchina dopo il lungo stop sofferto. Sulla fascia destra potrebbe essere confermato Ricci ma da non sottovalutare le chances di Palazzino.

QUI COMO

L’allenatore lariano, Giacomo Gattuso ha diramato la sua lista, formata da 25 giocatori. Dall’elenco mancano gli infortunati Stefano Gori e Moutir Chajia, mentre sono stati inseriti Marco Varnier e Antonino La Gumina seppur non al meglio della condizione fisica. 

PORTIERI: Davide Facchin, Pierre Bolchini, Luca Zanotti 

DIFENSORI: Davide Bertoncini, Nikolas Ioannou, Andrea Cagnano, Marco Varnier, Filippo Scaglia, Matteo Solini, Luca Vignali

CENTROCAMPISTI: Tommaso Arrigoni, Alessandro Bellemo, Filippo Nardi, Alessio Iovine, Elvis Kabashi, Edoardo Bovolon, Massimiliano Gatto

ATTACCANTI: Alex Blanco, Alberto Cerri, Amato Ciciretti, Alessandro Gabrielloni, Ettore Gliozzi, Antonino La Gumina, Vittorio Parigini, Lorenzo Peli. 
A differenze del suo collega ascolano, che ha disertato la conferenza stampa, l’allenatore del Como ha parlato della partita. Confermato il dubbio su La Gumina e Varnier, ha avuto parole di elogio nei confronti dell’Ascoli, definita squadra di ottimi valori, temibile e con il dente avvelenato dopo la sconfitta in casa con il Perugia.  

Si è poi soffermato sull’incontro dell’andata che, a suo dire, non doveva finire con la sconfitta lariana. Secondo Gattuso il Como aveva creato molte occasioni, mentre l’Ascoli si era limitato a difendersi. Evidentemente da bordo campo si vede un’altra partita!

Tra i lariani ci sarà un marchigiano, lo jesino Gabrielloni, che secondo Gattuso sta incidendo in maniera importante. Secondo chi lo conosce bene Gabrielloni è “un giocatore da Ascoli” e chissà che un giorno non lo si veda in bianconero! 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli, contro il Como la formazione la fa il Covid

Next Story

La Regione fissa le nuove regole per aprire e gestire i B&B

Ultime da