L’Ascoli ha imparato a vincere anche in casa, batte 2-0 il Pisa e rafforza la sua posizione per i play off

4 minuti di lettura

Dominata la prima della classe. Dionisi strepitoso

Nella vita “calcistica” di ognuno di noi si ricevono delle soddisfazioni che non hanno prezzo. Ecco, la vittoria dell’Ascoli sulla capolista Pisa rientra fra queste. Alla vigilia si temeva, giustamente, il confronto con una rivale che domenica scorsa aveva rifilato tre “pappine” alla Cremonese, anch’essa in odore di promozione diretta alla serie “A”, e che, conquistata la vetta della classifica, si riproponeva di consolidare il primo posto in classifica appena conquistato. Tra l’altro, erano note le difficoltà che l’Ascoli incontra, a differenza di quando gioca in trasferta, a costruire al Del Duca gioco ed azioni offensive ficcanti. Come d’incanto la squadra di Sottil al cospetto del Pisa si trasformata riuscendo quasi a ridicolizzare i nerazzurri che in 93 minuti di gioco sono riusciti ad imbastire la miseria di una sola palla goal. Onestamente da una squadra costruita per conquistare la promozione in serie “A” – basti ricordare che nel mercato di riparazione sono stati presi a suon di milioni di euro – Torregrossa e Puscas – ci si attendeva molto di più rispetto a quanto fatto vedere ma c’è da dire che se la capolista è stata ridimensionata, il merito va ascritto ai ragazzi bianconeri che hanno offerto un prestazione “super”. Con questa vittoria viene rafforzato, come d’incanto, il sogno di entrare nella griglia play off. Ma attenzione, se l’Ascoli avrà la costanza di giocare con la stessa determinazione mostrata contro il Pisa, beh, il traguardo “massimo” non è precluso.

Dionisi, autore di due splendidi goal

Le pagelle.

Leali 6,5: si è fatto trovare pronto nelle due circostanze in cui è stato chiamato in causa.

Baschirotto 7,5: il migliore dei bianconeri: ha difeso con efficacia e si è proposto in fase offensiva. Non si è capito bene perchè gli sia stato annullato il bel goal che ha realizzato.

Falasco 6,5: prestazione sicura ed efficace soprattutto in fase difensiva.

Botteghin 6,5: sulla sua strada si è incrociato in diverse circostanze con l’osannato Lucca. Il centravanti pisano è stato annullato.

Quaranta 6,5: più gioca e più cresce. Prestazione impeccabile.

Saric 6,5: ha lottato su ogni pallone proteggendo efficacemente il reparto difensivo.

Buchel 6,5: da qualche giornata a questa parte sta dimostrando di essere quel metronomo che cercava la squadra.

Caligara 6,5: la sua fisicità è risultata utile all’azione di filtro.

Ricci 6: qualche spunto interessante ma da lui ci si attende qualcosa di più.

Dionisi 8: il “vecchietto” della formazione ha segnato i due goal – vittoria lanciando un messaggio chiaro: nonostante l’età, io ci sono ancora e questi giovani me li… mangio.

Tsdajout 6: si impegnba, è innegabile. Ma non vede la porta. Al 91mo si è mangiato un goal incredibile. 

Bidaoui, Maistro, Eramo ng: entrati in campo quando ormai i giochi erano fatti. Comunque hanno dato il loro contributo fattivo.

Arbitro Marini 6: la partita non gli ha proposto casi particolarmente scabrosi per cui tutto è filato bene. Pensiamo che il designatore Rocchi, presente sugli spalti, sia rimasto soddisfatto del suo… allievo.   

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Capitale della Cultura, l’appello degli ascolani: «Non fermiamo il percorso»

Next Story

Capitale della Cultura, Noi di Ascoli “una coincidenza a vincere il titolo è sempre stata una città amministrata dal Pd?”.

Ultime da