Oltre gli obiettivi: dalla salvezza ai play off. E non è finita.

2 minuti di lettura

Un campionato magico quello che sta disputando l’Ascoli. Si era partiti con un principale obiettivo da centrare: una salvezza tranquilla giunta poi con largo anticipo su quanto si potesse sperare. 

Poi, ad una giornata dal termine è giunto, quanto mai inatteso, un secondo obiettivo: l’ammissione nella griglia play off. Ma non è finita. L’attuale settimo posto potrebbe, qualora battessimo venerdì sera la Ternana ed il Pisa perdesse a Frosinone, diventare quarto posto che garantirebbe alla compagine ascolana di evitare il turno preliminare che prevede partite secche da giocare in casa delle meglio piazzate. Un quadro decisamente invitante che potrebbe dare maggior corpo alle speranze bianconere di arrivare a giocare le semifinali e magari… altro. La soddisfazione per quanto ha saputo fare la squadra è grande fra i tifosi dopo che negli ultimi anni sono stati vissuti campionati particolarmente sofferti per cui quello che verrà, a prescindere, non cancellerà l’impresa, perché d’impresa si deve parlare.

E’ stato un bel viaggiare per i tifosi bianconeri che hanno seguito la squadra impegnata in trasferta. Tornare a casa con undici vittorie in… tasca, su diciassette giocate lontane dal Del Duca, ha decisamente reso meno pesante la fatica dei lunghi viaggi ed ha creato un clima di festa mai registrato in passato. Venerdì sera – la partita avrà inizio alle 20,30 – gli spalti del Del Duca si coloreranno di bianco e nero, quelli delle maglie che indossano in giocatori in un contesto festoso ma anche pieno di riconoscenza verso gli artefici di un’impresa che si è ripetuta dopo 17 anni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Recensioni, piccoli scrittori crescono

Next Story

Ascoli, Emidio Clementi musicista e scrittore trapiantato a Bologna

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un