Ascoli, il cantiere riformista si consolida

1 minuto di lettura

Dopo gli incontri interlocutori delle scorse settimane il polo centrista e riformista costituito da Italia Viva, Popolari Ascoli, Azione, Psi, Europa Verde e Civiche per Ascoli continua a lavorare per unire forze politiche e civiche volte alla costruzione di una affidabile e concreta proposta politica in vista delle amministrative del 2024. L’esito positivo di questo modus operandi trova riscontro nel fatto che partendo dal centro è possibile attrarre gruppi e realtà politiche che, pur nelle diverse culture e sensibilità, e pur nelle diverse collocazioni nello spazio politico, possono trovare ampia condivisione nella volontà di operare insieme, praticando un reale riformismo, non di facciata, che, come in tanti sostengono, attraversa trasversalmente gruppi, partiti, comitati e appassionati della politica. 

Considerati i positivi riscontri, riteniamo che questa sia la via da percorrere da qui al 2024 e mettiamo a disposizione di tutti coloro che vorranno collaborare, uno spazio di discussione e di collaborazione, nonché un luogo per costruire e non per dividere. Nelle prossime settimane saranno avviati incontri con chiunque abbia interesse a collaborare in tal senso, su problematiche centrali per la città, mirate all’elaborazione di proposte vitali per lo sviluppo infrastrutturale, economico e culturale di Ascoli Piceno. Le divisioni hanno tenuto basso il livello politico di questa città da anni. Ora è tempo di unire. E di costruire“.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Torna la nazionale under 21 al Del Duca. Si gioca per la qualificazione agli europei di categoria.

Next Story

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un