Piceno a misura di bambino: la prima guida turistica per i più piccoli

2 minuti di lettura

Sono Liva e Cremì, personificazioni dei cibi più popolari nella città di Ascoli Piceno, oliva fritta e cremino, i ciceroni che fanno da guida lungo l’itinerario presente nel libro “Ascoli Piceno, alla scoperta della città dei bambini”. L’ambizioso progetto nasce dall’idea di Valentina Carradori de “LeMarche Experience” e vuole non solo a far conoscere, ma anche a far apprezzare a bambini e ragazzi il territorio Piceno.

Il libro-guida in questione ha come target quello di coinvolgere appieno non solo i bambini, che sono i diretti interessati, ma proprio tutta la famiglia. La narrazione è caratterizzata da un linguaggio semplice e allo stesso tempo coinvolgente. L’itinerario proposto parte dalla città di Ascoli e si estende fino alla limitrofa San Benedetto del Tronto, passando attraverso i piccoli borghi di Castel Trosino, Paggese e Montegallo.

Oltre al racconto storico-artistico del territorio vi sono le brillanti illustrazioni della vignettista Laura Martellini e nel libro è curato anche un aspetto più spassoso grazie a giochi come la “caccia alle iscrizioni”, cruciverba e semplici ricette tipiche da preparare in famiglia. I contenuti presenti all’interno della guida sono i più disparati, da quelli storico-artistici a quelli che riguardano l’aspetto legato alla natura, curato dalla naturalista Valeria Zannoni. Un libro unico nel suo genere che, come ricorda Simone Giaconi, che ha curato il processo editoriale, è di “grande rilevanza anche a livello nazionale, dal momento che sono poche in tutto il territorio italiano guide di questo tipo”.

A collaborare al progetto sono stati anche l’ente “Fondazione Carisap”, l’autrice Maria Luisa Roncarolo, che si occupa del blog “Italia con i bimbi”, e le guide turistiche Valeria Nicu, Lella Palumbi e Gianfranca Florio. Il lavoro di questa equipe ha permesso la pubblicazione della guida con il fine ultimo di incentivare il turismo locale e un approccio adatto a bambini e famiglie alle bellezze che caratterizzano questo territorio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Missione compiuta, l’Italia si qualifica per la fase finale

Next Story

Ultime da