Monti Gemelli, si conclude il corso di formazione sugli aspetti ambientali e culturali

4 minuti di lettura

Diventare esperti di uno dei luoghi montani più belli e per troppo tempo non sufficientemente valorizzati. Da una sinergia messa in atto tra il Co.tu.ge Monti Gemelli e l’associazione Explora G.e.s.i. Guide Escursionistiche Spedizioni Internazionali, si è concluso il corso di formazione specialistico inerente gli aspetti ambientali e storico-culturali del comprensorio dei Monti Gemelli.

L’iniziativa, di matrice gratuita e realizzata grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio, ha generato l’opportunità di creare veri e propri operatori specializzati in un’area di confine tra due regioni, ricca di bellezze ambientali, di storia e di tradizioni, rimasta fino ad ora defilata dai flussi turistici locali e nazionali. Il corso di specializzazione Monti Gemelli, partito lo scorso mese e rivolto alle guide escursionistiche, alle guide alpine, alle aspiranti guide alpine, agli accompagnatori di media montagna, mediante una formazione specifica di carattere teorico e pratico, ha fornito ai partecipanti tutte le abilità e le competenze necessarie per lo svolgimento delle attività tipiche della figura professionale con focus su questo territorio.

A Palazzo Arengo si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati a coloro che hanno partecipato al progetto, nato con l’obiettivo di far scoprire ed integrare le conoscenze naturalistiche scientifiche nella “wilderness” dei monti posti tra le regioni Marche ed Abruzzo, all’interno nel parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Con la partecipazione del sindaco Marco Fioravanti e del presidente del Consiglio comunale Alessandro Bono, entrambi in prima linea nello sviluppo del territorio dei Monti Gemelli e sensibilissimi alla tematica dello sviluppo eco-sostenibile, la consegna degli attestati è avvenuta nel corso di una cerimonia alla presenza del presidente del “Cotuge” Enzo Lori, docente e co-ideatore del programma didattico e del presidente di “Explora Gesi”, Davide Peluzzi. 

Soddisfatti sono apparsi coloro che hanno partecipato e a cui sono stati consegnati gli attestati di frequenza al corso. Quindici gli insigniti: Guerrino Colantonio, Morena Pavone, Silvio Ceci, Roberto De Laurentiis, Ivan Di Antonio, Giorgio Antonio Marinelli, Andrea Saccomandi, Attilio Angelini, Luca Micucci, Giancarlo Nazzari,Walter Micucci, Matteo di Antonio,Valeria Zannoni, Stefano Marozzi, Francesco Spigonardi. Durante l’appuntamento i presenti, hanno ribadito l’ottima prova dimostrata durante la formazione da tutti gli operatori specializzati.

Un percorso formativo in cui sono state affrontate le tematiche della biodiversità con oltre duemila piantagioni i microclimi, l’antichissima storia dei popoli che hanno abitato i suoi pendii e i tholos. Un progetto di attività scientifiche escursionistiche che continuerà nel 2023 in Himalaya, con la missione che porterà in Nepal il vessillo e il messaggio del consorzio Monti Gemelli e finalità volte alla promozione del territorio nei circuiti internazionali del centro Asia e di Kathmandu.

                                                                                                                       

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli Calcio: tranquilli, prima o poi qualcuno compreranno! (Magari a testa o croce)

Next Story

Gli altri acquistano, l’Ascoli vende. Forse è in liquidazione e nessuno ce lo ha detto?

Ultime da