San Benedetto, una risurrezione dal basso per i campi da basket “Las Vegas”

4 minuti di lettura

Riccardo, Francesco, Alessio, Luca, Martin, sono ragazzi qualunque con la passione per il basket.
Ma prima di parlare di loro facciamo un passo indietro, prendiamo carta e penna e stiliamo una lista di ciò che occorre per giocare:

  • una palla
  • un campo
  • due canestri

Seppur può sembrare breve come lista, sappiate che fino a poco tempo fa il secondo e terzo punto non erano poi così scontati.

Infatti i campi da basket “Las Vegas” di San Benedetto del Tronto, versavano ormai da anni in una situazione di totale degrado. Dal momento in cui sono stati costruiti negli anni ‘90, nessuno si è occupato più della loro manutenzione e cura.

Ma davvero il Comune ha lasciato all’abbandono un luogo di incontro e sport frequentato da tantissimi giovani? Beh forse per mancanza di fondi, forse per negligenza, la situazione era la seguente: canestri rotti, pavimento rialzato che si allagava quando pioveva e le radici degli alberi attorno che avevano invaso la zona di gioco.

I ragazzi hanno continuato ad andarci a giocare per anni, adattandosi a ogni condizione per amore del gioco, ma a un certo punto, inciampare e slogarsi una caviglia per colpa del suolo sollevato, non è sembrato più poi così giusto.

Le richieste al comune di attivarsi per realizzare dei lavori di ricostruzione, migliorie e ritinteggiature sono state molteplici, e venivano pure ascoltate, solo che poi nei fatti, niente cambiava. Così tra il 2017/2018 i ragazzi di A.S.D. Las Vegas Playground hanno deciso di rimboccarsi le maniche e aggiustarsi il loro campo da soli.

Riccardo Perozzi è stato il primo che quasi per scherzo ha iniziato a raccogliere fondi tra i suoi amici e colleghi di gioco, ma essendo tanti i ragazzi e ragazze che frequentano il campo, la voce si è sparsa in fretta. Tutti volevano dare una mano per far tornare l’area sicura e praticabile, compreso Danilo Gallinari, ex giocatore di basket dell’NBA  e attuale ala negli Atlanta Hawks.

La colletta si è trasformata presto in un’azione di crowfunding, che ha fruttato ben 7mila euro ottenuti tra le donazioni della gente e la vendita del merchandising dell’associazione.

Il gruzzolo accumulato è stato dunque portato in Comune che, con la sorpresa di tutti, ha scelto di accollarsi le spese dei lavori e lasciare i soldi raccolti all’associazione per iniziative future. Si sta pensando infatti a un campo estivo per bambini e ragazzi, dedicato allo sport considerato da loro il più bello del mondo: il basket.

L’assessore allo Sport Pierfrancesco Troli si è incaricato di occuparsi della riqualificazione dei campi, che sarebbe dovuta iniziare nell’estate 2019, ma a causa del Covid-19 è stata rimandata al 2021.

E finalmente questo 26 agosto tutto è pronto per essere inaugurato. Quello che è stato realizzato è spettacolare dal punto di vista estetico, ma cosa più importante è sicuro e agibile.

Per festeggiare questa piccola grande vittoria l’A.S.D. Las Vegas Playground ha organizzato un torneo a squadre, con cibo e musica, trasformando i campi da semplice terreno a luogo di ritrovo per i più fedeli e nuove amicizie per i nuovi.

Credo che la parte migliore di questo progetto sia il fatto che è stato possibile solo grazie al contributo di ciascun cittadino. Questa iniziativa e le prossime che ci proporrà l’associazione sono fondamentali per la promozione dell’attività sportiva e del nostro territorio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Test di medicina, l’estate dopo la maturità: il racconto

Next Story

Arte e censura, combattere l’ingiustizia attraverso l’arte

Ultime da