Laterza e Caffè Meletti, 234 anni in due

3 minuti di lettura

Un incontro storico, si potrebbe dire, quello avvenuto questa mattina al Caffè Meletti (114 anni di età) con la presenza della Casa Editrice Laterza che festeggia i 120 anni dalla fondazione. Una sorta di caffè letterario, condotto da Eleonora Tassoni della Libreria Rinascita, con ospiti Giuseppe Laterza e due giovani leve della nuova generazione, Antonia e Bianca Laterza, che si occupano rispettivamente della comunicazione e della grafica editoriale. Un incontro molto piacevole, trasmesso anche in streaming, che è andato oltre la non affollatissima platea ma che, come ha sottolineato Giuseppe Laterza, si basa sulla qualità del rapporto che si crea più che sulla quantità dei presenti (a patto che si facciano portatori di quanto ascoltato). D’altro canto anche nel 2007, in occasione del centenario del Caffè Meletti, furono organizzati degli “incontri al caffè” su vari temi con ospiti come Gianni Mura, Stefano Bartezzaghi, Enrico Finzi. Anche allora l’afflusso non fu entusiasmante (e lo streaming non esisteva) ma chi c’era ne conserva ancora un bellissimo ricordo.

Giuseppe Laterza ha descritto in modo breve e suggestivo i momenti salienti della casa editrice; una storia affascinante ampiamente descritta nel materiale donato ai presenti e che va sicuramente conosciuta. L’editore ha anche toccato altri vari argomenti da lui molto sentiti; dalla necessità del dialogo, dal saper riconoscere i propri errori al riconoscere i meriti altrui; in politica pressoché impossibile, nel mondo scientifico prassi abituale (eccezion fatta per le inevitabili gelosie, ma questo lo diciamo noi). Altro tema emerso al cospetto dello splendore del Caffè Meletti è stata la contrapposizione del Bello al Buono. Non sarà la bellezza a salvare il mondo (Dostoevskij) ma la bontà. Una parola ormai desueta che oggi quasi ci vergogniamo di pronunciare. Infine un invito alla città a dare la giusta considerazione e merito alla Libreria Rinascita, insieme al suo fondatore Giorgio Pignotti, per l’attività che svolge e per l’importanza che riveste in ambito nazionale tra tutte le case editrici e non solo.

La celebrazione dei 120 anni della Laterza ha visto i primi appuntamenti venerdì pomeriggio con la presentazione dei libri “Madri mancate, quasi madri, 6 madri medievali” e “I bugiardi del clima” con le autrici Maria Giuseppina Muzzarelli e Stella Levante. Mentre oggi, sempre alla libreria Rinascita, alle 18,00 Maurizio Ferraris propone il suo “Documanità: filosofia del mondo nuovo”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Capitale della cultura? Spieghiamo bene perché

Next Story

Terremoto, a Trisungo il centro intitolato a Giulio Regeni

Ultime da

18 gennaio 2022

È tempo di svegliarsi, fare un respiro profondo e godere della dolcezza della natura. Con tutto