Un’Ascoli che non ti aspetti travolge la Ternana

2 minuti di lettura

Al “Libero Liberati” (stadio intitolato al campione del mondo di motociclismo fra gli anni 1950 – 60) è accaduto ciò che mai e poi mai i tifosi bianconeri si sarebbero aspettati. L’Ascoli, è costretto a scendere in campo incerottato a causa di squalifiche (Botteghin, Eramo e Dionisi) e di ben sei giocatori indisponibili per malanni vari, Covid compreso.

Ebbene, nonostante l’emergenza che ha costretto Sottil a far esordire un diciannovenne, Palazzino, proveniente dal vivaio bianconero, e rischiare di mandare in campo due nuovi acquisti (Tsadoui e Bellusci), le cui condizioni atletiche erano tutte da verificare, la squadra ha maramaldeggiato sulla Ternana rifilandole ben quattro goal. Insomma, una serata che rimarrà a lungo impressa nella mente dei tifosi bianconeri.

Il successo è frutto di un’organizzazione di gioco pressochè perfetta: difesa solida che ha concesso poco spazio di manovra agli avversari, centrocampo che ha filtrato le manovre degli avversari con grande sicurezza ma soprattutto i suoi componenti hanno corso tanto e si sono proposti per i goal, due li ha segnati Maistro con quest’ultimo che ha poi propiziato il quarto goal di Baschirotto. Discreta la prestazione del diciannovenne di origini camerunensi, Tsadjoui, e rilevante quella di Bidaoui che con le sue accelerazioni ha dato profondità alle manovre bianconero per permettendo così gli inserimenti dei centrocampisti. Una vittoria che scaccia le nuvole  nere che si era addensate dopo tre sconfitte consecutive e che rilancia l’Ascoli in piena zona play off. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Capitale della cultura, rinviata di quindici giorni la decisione sulle finaliste

Next Story

Un’Ascoli esagerata

Ultime da