Un’Ascoli esagerata

2 minuti di lettura

Sfogliando gli annali dei campionati disputati dall’Ascoli Calcio non v’è traccia di una vittoria in trasferta con la segnatura di quattro goal. Quindi, il successo conseguito al “Libero Liberati” di Terni ha un valore doppio: porta tre punti alla classifica della squadra, rafforzandone la posizione, e stabilisce un nuovo record numerico al quale va aggiunto anche il fatto che dei 29 punti conquistati, 20 sono stati ottenuti fuori dal Del Duca e i restanti 9 in casa. Sicuramente si tratta di un’anomalia difficilmente riscontrabile in altre realtà calcistiche. 

Veniamo ora alle pagelle dei bianconeri.

Leali 6,5: ad inizio gara compie due parate provvidenziali. Sui due goal incassati nulla può.

Baschirotto 7 : segna il suo primo goal nel campionato cadetto. Buono il rendimento in fase difensiva.

Bellusci 6,5 : esordio con la maglia bianconera positivo. Non è fisicamente ancora al meglio.

Quaranta 7 : se la deve vedere con un “cliente” scomodo, Donnarumma. Se la cava egregiamente.

D’Orazio 6 : si lascia sorprendere in tre occasioni permettendo al suo diretto avversario di confezionare gli assist che hanno portato alla realizzazione dei due goal della sua squadra.

Collocolo 6,5 : difende bene su Partipilo e si fa notare per alcune efficaci ripartenze.

Caligara 7 : goal a parte, finalmente si è rivisto il giocatore che nello scorso campionato ha contribuito a raggiungere la salvezza.

Maistro 8 : ad un centrocampista che segna due goal, uno più bello dell’altro, e che si sacrifica anche in fase difensiva va assegnata la palma del migliore.

Palazzino 6,5 . il “bocia” non ha avvertito il peso dell’esordio.

Bidaoui 7 : con la sua velocità e i dribbling secchi ha messo in difficoltà la retroguardia della Ternana.

Tsadjout 6 : esordio discreto in un ambiente non facile. Ottimo colpitore di testa deve migliorare nella ricerca della porta avversaria.

Sottil 7 : speriamo che la via sia tracciata schierando in futuro un centrocampo muscolare ma soprattutto più folto che filtri ed aggredisca il portatore di palla avversario.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Un’Ascoli che non ti aspetti travolge la Ternana

Next Story

Sanità, il PD ascolano manifesta e il comitato sambenedettese risponde: “Egoisti”

Ultime da