L’Ascoli “espugna” il Del Duca con un perentorio 3 a 0. I play off non sono più un miraggio.

3 minuti di lettura

Alleluja, alleluja, alleluja! Ci vogliono proprio tutte, dopo i tre goal rifilati alla malcapitata Alessandria, che hanno riportato la vittoria al Del Duca dopo quasi quattro mesi. L’ultima risale, infatti, al 6 novembre 2021. Tre punti preziosi che avvicinano l’Ascoli ad una rapida salvezza e fa sperare nei play off, un traguardo a questo punto veramente raggiungibile.

Non c’è stata partita fra Ascoli ed Alessandria. Tanto netto si è rivelato il divario esistente fra le due compagini, tanto che alla fine il 3 a 0 è parso anche stretto per i padroni di casa.

La prestazione complessiva dei bianconeri è stata convincente ed autoritaria e, per la prima volta in questo scorcio di campionato, ha fatto vivere alla tifoseria 97 minuti di assoluta tranquillità in quanto la vittoria bianconera non è mai stata in dubbio. 

L’ultima nota la riserviamo all’arbitro Miele di Nola. Ha diretto con assoluta tranquillità sbagliando quasi nulla. Ma ci vuole tanto a comportarsi così? Ayroldi farebbe bene a rivedersi questi filmati e meditare sulla sua tracottanza.

LE PAGELLE

Leali 6,5 : effettua due interventi, uno nel primo tempo e l’altro sul finire, con i quali ha mantenuto imbattuta la sua porta.

Baschirotto 6,5: presidia la fascia di sua competenza con ordine e sicurezza.

Salvi 6,5: convince sempre più sulle sue doti, frutto di una lunga esperienza.

Bellusci 6,5: mezzo voto in meno per l’inutile ammonizione rimediata all’89mo a risultato già acquisito. 

Botteghin 7: giganteggia in area di rigore e si toglie lo sfizio di segnare il terzo goal, quello della sicurezza.

Falasco 6,5: dà l’impressione di essere in crescita.

Buchel 6,5: buona prestazione soprattutto nella fase di filtro in appoggio ai difensori.

Saric 7: dopo i due goal di Perugia nella partita d’andata, ritorna a bucare la porta avversaria spianando la strada del successo bianconero.

Eramo ng: gioca uno scampolo di partita.

Collocolo 6,5: il ragazzo più gioca e più convince.

Maistro 6,5: dal 61mo minuto sostituisce Collocolo svolgendo con efficacia il lavoro precedentemente svolto dal suo compagno.

Ricci 6: una sufficienza di stima sperando che in futuro dimostri il suo reale valore. 

Caligara 6: solo mezz’ora durante la quale, però, si è prodigato in un’efficace manovra di filtro a centrocampo.

Tsdajout 6,5: si impegna a dare man forte sia a centrocampo che in difesa. Gli manca il guizzo del goal.

Bidaoui 7,5: il migliore dell’Ascoli: un goal e tante serpentine che hanno messo in crisi la retroguardia dei grigi. Sta vivendo un momento di particolare forma.

Iliev ng: entra in campo nel finale quando ormai i giochi erano fatti.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli – Alessandria, la nostra cronaca in diretta

Next Story

Prive della documentazione sanitaria, maxi sequestro di vongole della Guardia di Finanza

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un