Contro la Spal per non perdere il treno dei play off

3 minuti di lettura

Mancano dieci giornate alla conclusione del campionato di serie “B”, l’Ascoli si trova in ottava posizione il che garantirebbe i play off. Ma ad una sola lunghezza, ci sono Cittadella e Perugia, anche loro lanciate verso i play off. Un posto in tre dunque, anche se non c’è da sottovalutare la Reggina che, dopo aver rischiato di essere coinvolta nella lotta per non retrocedere, con Stellone (che ad Ascoli aveva clamorosamente fallito – un solo punto in sei partite – con inevitabile esonero a favore di Sottil) chiamato a risollevare le sorti della squadra calabra, sta ottenendo risultati impensabili.

Il calendario di queste quattro pretendenti grosso modo presenta identiche difficoltà per cui molto dipenderà dalle condizioni atletiche con le quali i giocatori affronteranno l’imminente primavera. Si passerà da un gioco rallentato dai terreni pesanti a quello che richiederà maggiore velocità e riflessi più pronti nell’impostazione delle manovre.

All’Ascoli mancano cinque punti: in Salento c’è stata la scellerata direzione arbitrale del palermitano Abisso, con l’aggiunta di un clamoroso palo interno con la palla che ha attraversato per l’intera lunghezza della porta la riga bianca, poi i tre pali colpiti contro il Frosinone e fallito con Baschirotto una incredibile palla goal e in mezzo la mezza beffe con il Como. Ci sarebbe di che mangiarsi i gomiti, ma il calcio è questo o, come diceva mister Boskov “la palla è rotonda e non sai mai come gira”

Al termine dell’allenamento mattutino, svoltosi al “Picchio Village”, Andrea Sottil ha diramato la lista dei 24 convocati in vista del confronto esterno con la Spal. 

Andrea Sottil

Portieri: Leali, Guarna, Bolletta.

Difensori: Baschirotto, Bellusci, Botteghin, D’Orazio, Falasco, Quaranta, Salvi.

Centrocampisti: Buchel, Caligara, Collocolo, Eramo, Maistro, Franzolini, Saric, Paganini.

Attaccanti: Bidaoui, Dionisi, Iliev, Ricci, Tsdajout, Palazzino.

Per quanto riguarda la formazione che Sottil manderà in campo dall’inizio non dovrebbero esserci particolari dubbi. In difesa si contenderanno la maglia numero due Baschirotto e Salvi. Per il resto i centrali saranno Botteghin e Bellusci mentre sulla fascia sinistra agirà Falasco.

Centrocampo con Buchel, Saric, Paganini e Maistro mentre in attacco è previsto il rientro di capitan Dionisi affiancato da Bidaoui. 

Partita che si giocherà al Mazza di Ferrara con inizio alle 15,45.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Da oggi Ascoli può chiamarsi “città”

Next Story

L’Ascoli formato trasferta passa anche a Ferrara

Ultime da