Sottil non ha ancora deciso i convocati. Questa volta non sono infortuni e squalifiche a dettare la formazione.

2 minuti di lettura

Domani, al termine dell’allenamento di rifinitura al “Picchio Village”, l’allenatore Andrea Sottil renderà nota la lista dei convocati in vista del confronto di sabato pomeriggio con il Pordenone. Solo allora si potrà capire quale sia la situazione in casa Ascoli o meglio quali saranno i disponibili dopo che la scorsa settimana si erano registrati undici di casi di atleti colpiti dal Covid 19. Dalle indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi sembrerebbe che almeno cinque titolari non si trovino in perfette condizioni fisiche e, con ogni probabilità, non in grado di affrontare l’impegno di campionato. Non è dato sapere, per rispetto della privacy, quali siano i loro nomi ma di sicuro le loro eventuali assenze creeranno notevoli problemi all’allenatore. Il Pordenone, per bocca del suo presidente, viene a giocare nella Marche animati dalla forte convinzione di uscire dal Del Duca con in tasca i tre punti della vittoria.

Festeggeranno domenica i nostri eroi?

I bianconeri sono avvertiti e sanno cosa li aspetta per cui il valore fondamentale da mettere in campo sarà la determinazione di vincere, più forte di quella dei “ramarri” friulani. 

Doveva essere per l’Ascoli una partita abbastanza tranquilla ma quanto è accaduto nelle ultime due settimane l’ha trasformata per i bianconeri ad alto rischio anche perché le “disgrazie” ascolane galvanizzeranno gli avversari.

Le nuove disposizioni ministeriali riguardanti l’accesso agli impianti sportivi daranno la possibilità ai tifosi di poter assistere al confronto come ai vecchi tempi, con un numero di presenze che avevamo dimenticato da due anni a questa parte.   

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Svelato il dossier di Capitale della Cultura, tanto rumore per nulla!

Next Story

Speciale Ucraina – Davide e Golia, Caino e Abele

Ultime da