L’ascolano Emiliano D’Auria dal vivo col nuovo album: il jazz si unisce alla melodia

3 minuti di lettura

Questa sera, venerdì 8 aprile alle ore 21, al Cotton Club di Ascoli Piceno sarà di scena uno degli appuntamenti più importanti del programma primaverile 2022. Ad esibirsi sul palco del Jazz Club ci sarà l’ascolano Emiliano D’Auria che presenterà con il suo Quartet il suo ultimo album ”In Equilibrio”, uscito lo scorso anno e adesso pronto per  andare in tour. La prima tappa di questo viaggio si terrà proprio ad Ascoli dove il progetto è iniziato.

Insieme a D’Auria, impegnato al pianoforte e da anni al timone dello storico tempio della musica “dal vivo”, vi sarà il gruppo di colleghi con cui l’album ha preso vita. Si tratta di un ensemble di estrema qualità, comprendente  Dario Miranda al basso, Ermanno Baron alla batteria, Giacomo Lancillotto alla chitarra elettrica e Luca Aquino alla tromba. D’Auria, classe1974, inizia a percorrere il pentagramma a soli 11 anni studiando il piano nell’istituto musicale “Gaspare Spontini”. Laureatosi nel 1999 in scienze della comunicazione nel ’97, a Roma approfondisce il jazz grazie all’incontro con maestri come Stefano Sabatini, Massimo Fedeli, Andrea Beneventano. Nel 2007 frequenta corsi di arrangiamento jazz presso la Saint Louis di Roma con il maestro Pierpaolo Principato. Il concerto di questa sera ripercorrerà i brani del disco, il cui obiettivo è quello di fondere le note classiche con quelle contemporanee.

L’iniziativa artistica  “Emiliano D’Auria Quartet” esce a tre anni di distanza dall’uscita di “The Place Between Things”, realizzato con la formazione degli “Jano  Quartet”. Si tratta di un ritorno atteso, per ammirare dal vivo un repertorio fortemente ancorato alla melodia ma allo stesso tempo di matrice onirica. Un viaggio musicale tra la melodia e il jazz, in cui sonorità  misteriose si intersecano con quelle innovative . Una grande serata di musica oltre il confine.                                                

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Che ci fa un pinerolese nel calcio? Se Gariglio si fosse dato all’ippica ne avrebbero guadagnato tutti.

Next Story

I libri al tempo del Covid. Una finestra aperta per amore dei lettori

Ultime da