Dica 33, il Cotton Club riparte con una grande stagione di jazz

5 minuti di lettura

Ci siamo. Si riaprono per la trentatreesima edizione le porte del Cotton Club, il tempio ascolano delle sonorità jazz ubicato in via del Commercio. Dopo la vasta eco creatasi con la rassegna estiva “Jazz Ap”, svoltasi nelle più suggestive località del Piceno, il musicista e patron del club Emiliano D’Auria, riavvia la stagione jazzistica nel suo inconfondibile locale. Quest’anno si annuncia la migliore stagione di sempre in questo luogo famoso in Italia e nel mondo, grazie all’esibizione di autentici talenti.

Il batterista Roberto Gatto

Dopo il trionfo della serata dello scorso 4 novembre, che ha visto sotto i riflettori Enrico Pieranunzi con il suo trio, non vi sono più dubbi sulla qualità dei suoi appuntamenti, che vedrà il 18 novembre un altro evento da non perdere, grazie al valente batterista Roberto Gatto che si esibirà con un nuovo quartetto di artisti del pentagramma. Gatto, classe 1958, non ha bisogno di presentazioni: ha collaborato con grandi del jazz come Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Pat Metheny ma la sua batteria ha accompagnato anche  nomi della musica leggera come Lucio Dalla, Pino Daniele, Gino Paoli, Ivano Fossati: Nota anche la sua collaborazione con il maestro Ennio Morricone. Il 2 dicembre arriverà Ferruccio Spinetti, che presenterà il nuovo progetto “Arie in jazz”, che vuol essere un omaggio ai compositori italiani. Spinetti, casertano 52enne è il virtuoso del contrabbasso e della parte ritmica degli Avion Travel con i quali, nel 2000, vinse il Festival di Sanremo e nel suo curriculum vanta  sodalizi artistici con nomi di fama internazionale, a partire da Stefano Bollani. In occasione delle festività natalizie, il 16 dicembre sarà la volta di Chanda Rule, voce gospel straordinaria che vanta collaborazioni come Kirk Lightsey, il sassofonista Donny Mc Caslin e il leggendario gruppo “Golden Gospel Singer”. Per iniziare il nuovo anno, la sera del 20 gennaio gli Exit Four si esibiranno con un quartetto d’eccezione diretto dal sassofonista Mario Negri e un repertorio di brani inediti. Il 10 febbraio, accompagnata da un affiatato quartetto, arriveranno sul palco del Cotton le note della clarinettista sarda Zoe Pia, artista che con il suo clarinetto ha calcato i maggiori teatri internazionali. Famoso il suo album d’esordio, “Shardana”, che nel 2017 le ha regalato il terzo posto nella sezione nuovi talenti della rivista musica “Jazz”. Il 24 febbraio sul palco ci sarà il quintetto di Enzo Pietropaoli, contrabbassista d’elite ma di fama mondiale, che si è esibito in tutto il mondo a fianco di nomi prestigiosi come Billy Cobham, John Scofield, Chet Baker e tanti altri. Con lui anche la bravissima Cristina Renzetti. La sera del 10 marzo i riflettori illumineranno la concertista nippo-svizzera Yumi Ito: cantante, dal jazz all’art pop, compositrice famosa per la sua capacità di fondere vari generi dando vita a brani veramente unici e innovativi. Il 24 marzo Massimiliano Rolff con il  suo “Naked Quartet”, capitanato dal sax di Emanuele Cisi, daranno vita ad un live assolutamente da non perdere. Il 21 Aprile è fissato il penultimo appuntamento, che sarà affidato al trio finlandese di Jussi Fredrickson, due settimane prima del gran finale, datato 5 maggio, che avrà il volto femminile dell’ottima Maria Pia De Vito, pronta a far ascoltare dal vivo ad Ascoli il suo ultimo lavoro “This woman’s work”. In queste serate indimenticabili oltre alla musica sarà anche attiva la cucina del club che si avvarrà della collaborazione dell’inappuntabile chef “Bruno”. Tutte le serate avranno inizio alle ore 21 e per prenotare un tavolo bisognerà inviare un messaggio whatsapp al numero 331 324 2057 o via mail a: info@cottonlab.it.                                                  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ripartire dopo una mazzata non è facile, ma occorre cancellare Frosinone e, soprattutto, Marinelli.

Next Story

Il bilancio di Valentini dopo un terzo di campionato

Ultime da