la rua

Il ritorno della band ascolana La Rua e la svolta rock

6 minuti di lettura

Il 2022 è l’anno dei grandi ritorni. Uno che sicuramente farà piacere a tutti gli ascolani, e non solo, sarà quello della band “La Rua” con un nuovo attesissimo singolo. La band formata da Daniele Incicco (voce e chitarra), William D’Angelo (chitarra), Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica, glockenspiel), Nacor Fischetti (batteria, fx), Alessandro Charlie Mariani (chitarre, banjo) e Matteo Grandoni (contrabbasso, basso) e nata ad Ascoli Piceno dal sodalizio artistico tra Daniele Incicco e il produttore Dardust, ormai uno dei protagonisti della scena elettronica italiana ed europea, è pronta a tornare alla ribalta con il nuovo brano.

Venerdì 27 Maggio “Sotto un treno” (distribuito da Believe), che sancisce l’inizio del progetto che vede la supervisione artistica di Elisa Toffoli, sarà in rotazione in radio e online.
Il brano, già disponibile in pre-save e pre-add, sigla il ritorno della band tutta ascolana e anticipa due importantissimi appuntamenti live a Verona. Il concerto al Green Village dell’Heroes Festival 2022, dove si esibiranno Domenica 29 Maggio, mentre Lunedì 30 Maggio apriranno il live di Elisa all’Arena di Verona. E proprio la cantante arrivata seconda al Festival di Sanremo con “Forse sei tu” tra qualche giorno sarà in città come ospite del Memorial Troiani.

Di cosa parla il brano?

Prodotto da Nacor Fischetti e Charlie Mariani, ( rispettivamente batterista e chitarrista del gruppo), insieme a Elisa Toffoli, che ha supervisionato tutte le fasi della creazione del brano, “Sotto un treno” è una ballata di matrice rock che segna un coraggioso taglio netto con il passato dei La Rua e si discosta da quella che era la natura NuFolk della band.
È sempre difficile gestire le emozioni negative che seguono la rottura di una relazione: la rabbia, la delusione, la frustrazione per non aver fatto di più. Tutto questo ci fa sentire come fossimo sotto un treno.

Il brano racconta uno spaccato della vita dell’artista e autore, Daniele Incicco, attraverso
un sound essenziale e un linguaggio crudo e diretto
” ha raccontato la Rua.

La Rua si è sempre distinta nel campo musicale per lo stile pop/ nu folk riscuotendo un grande successo. Nel 2012 ha partecipato alle selezioni di Sanremo classificandosi tra i primi 30 artisti più votati nel contest Sanremo social e, sempre nello stesso anno, viene premiato dall’Associazione Fonografi Italiani. Nel dicembre 2012 si piazza primo nel concorso Area Sanremo, mentre nel 2013 ha aperto l’unica data italiana del tour degli Imagine Dragons a Milano.

Nel 2015, dopo il primo album dal titolo La Rua, la band si esibisce sul palco del Concerto del Primo
Maggio
aggiudicandosi un premio nella sezione ‘Miglior gruppo’ del contest 1MNEXT. Nello stesso anno i La Rua entrano a far parte della scuola di Amici di Maria De Filippi aggiudicandosi l’accesso al serale nella squadra capitanata da Emma ed Elisa, rimanendo nel programma fino a maggio 2016. Usciti dalla scuola firmano un contratto con Universal Music, per cui pubblicano il secondo album in studio Sotto effetto di felicità. A dicembre del 2016 partecipano alla trasmissione Sarà Sanremo con il brano “Tutta la vita questa vita”, che diventa la sigla del Dopofestival 2017, mentre il brano” Il sabato fa così “,diviene invece la sigla di Parliamone… sabato in onda su Rai 1 e condotto da Paola Perego.

Nel 2017 si esibiscono di nuovo al Concerto del Primo Maggio. Nello stesso anno la band viene selezionata personalmente da Cristina D’Avena, per duettare in una delle canzoni contenute all’interno di Duets – Tutti Cantano Cristina, il brano scelto è “È quasi magia, Johnny!”. A marzo 201 pubblicano il singolo “Sull’orlo di una crisi d’amore”, con Federica Carta e a luglio l’EP “Nessuno segna da solo”, anticipato dal singolo “I 90”.

Nello stesso anno partecipano a Sanremo Giovani con il brano “Alla mia età si vola”, che si classifica al 2º posto. Grazie a questo risultato, la band partecipa nel marzo del 2019 ad un tour mondiale organizzato dalla Rai e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, suonando in 5 continenti e 7 città. Al suo ritorno, il gruppo pubblica il suo terzo album fisico “Nessuno segna da solo”, uscito il 26 aprile 2019 e anticipato dal singolo Alta velocità. Il 1º maggio 2019, i La Rua tornano per la terza volta sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma, cui seguirà la tournée estiva per promuovere il nuovo disco e lo spettacolo live. Dal 2019 a oggi la band sta lavorando a un nuovo progetto che vede la supervisione artistica di Elisa Toffoli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

L’Ascoli che verrà: chi parte e chi potrebbe restare

Next Story

Ricordi bianconeri: quando Nicolini mandò il Cagliari in serie B

Ultime da