palazzo saladini pilastri

Giornate FAI, Palazzo Saladini Pilastri da record: secondo tra i siti più visitati d’Italia

4 minuti di lettura

Grande successo l’11° edizione delle giornate Fai d’Autunno svoltasi nel weekend appena trascorso e dedicata alla scoperta del nostro patrimonio artistico e culturale. Per le Marche, Ascoli Piceno, con la visita al giardino di Palazzo Saladini Pilastri, segna un vero e proprio record.

Ma la dimostrazione più grande di questo incredibile risultato, è il secondo posto nella classifica riguardante i luoghi più visitati d’Italia e al primo posto della regione. Il giardino della residenza nobiliare appartenente alla nobile famiglia ascolana dei Saladini Pilastri, ha accolto infatti più di 4000 visitatori, provenienti perlopiù da diverse zone del territorio Piceno ma anche fuori regione. Dato che evidenzia la grande importanza di questa dimora storica e il grande legame con i tanti ascolani.

E per la prima edizione delle Giornate d’Autunno senza restrizioni, il successo è stato strepitoso: lo dimostra anche l’alto numero di nuovi iscritti, ma anche le presenze, tantissime le persone in fila ad attendere il proprio turno d’ingresso, già dalla mattina, desiderose di conoscere uno dei siti più importanti della città.

I visitatori appena varcata la soglia del grande portale che sovrasta il palazzo di Corso Mazzini, hanno potuto ammirare l’immensità del grande giardino che da l’idea di un vero e proprio parco immerso nel cuore della città.

Con i suoi 8.850 metri quadrati si spinge fino alle sponde del fiume Tronto, contornato da vasche ipogee e da una fontana centrale, che un tempo erano piene d’acqua. Una delle parti più caratteristiche è senza dubbio l’aristocratica Coffee House, ultima tappa della visita, che ospita al suo interno maestose statue raffiguranti le quattro stagioni e all’esterno due leoni di terracotta. Ma il punto che lascia davvero tutti senza parole è l’affaccio sul Tronto che regala una vista davvero mozzafiato, come una vera e propria cartolina.

Insomma, davvero un enorme successo, se pensiamo che Sabato 15 e Domenica 16 Ottobre sono stati aperti in tutta Italia oltre 700 siti e vedere il giardino di Palazzo Saladini Pilastri sul podio dei beni più visitati, inorgoglisce sicuramente tutta la città e tutti coloro che non aspettavano altro che scoprire ed ammirare uno dei luoghi più belli del territorio Piceno, chiuso da quasi cinquanta anni. E questo grazie ad un grande lavoro di squadra che ha visto la partecipazione di numerosi volontari e collaboratori del FAI guidati dalla Presidente Regionale Alessandra Stipa e dalla Vice Capo della Delegazione Fai Ascoli, Vittoria Minola nonchè dal Capogruppo del Fai Giovani, Gino Petronio, che con tutte le loro forze, si sono adoperati affinchè venisse riaperto questo bene storico così unico. Pochi mesi fa, l’amministrazione comunale ha acquistato il palazzo, ponendosi come obiettivo quello del recupero e della valorizzazione di questo immobile e del suo giardino, così da renderlo funzionale e strategico per poter realizzare interventi di rigenerazione del tessuto socio-economico della città.

Durante le due giornate i volontari del FAI hanno raccolto le firme per la messa in sicurezza del Ponte di Cecco, nelll’ambito del censimento “I luoghi del cuore”, la campagna nazionale per i luoghi italiani da non dimenticare. . C’è tempo fino al 15 dicembre per sostenere l’iniziativa che ogni anno chiama gli italiani a votare i luoghi più cari per salvarli dall’abbandono o dal degrado ( qui per votare online il Ponte di Cecco).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

… e all’improvviso scoppiò la pace

Next Story

Altroché “scarpare”, Mimì era un mago!

Ultime da