Dalla sedia a rotelle all’Indian Wells: il miracolo dell’amico Fritz

1 minuto di lettura

Una volta si usava spesso il termine “amico Fritz” per indicare un simbolico conoscente che poteva essere munifico oppure furbastro, simpatico oppure dispettoso; in ogni caso misterioso.

Agli Indian Wells in California Taylor Fritz è sicuramente una sorpresa.

Prima ha annullato il tanto evocato derby italiano agli ottavi tra Berrettini e Sinner, rispettivamente teste di serie n. 5 e 10  eliminandoli uno dietro l’altro con discreta facilità. Poi si è sbarazzato del tedesco Zverev (n.3) ed ora in semifinale se la vedrà con l’altro outsider Basilashivili; chissà se arriverà in finale e addirittura vincerà gli Indian Wells.

In ogni caso tanti complimenti a “l’amico Fritz”.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "ATP TOUR"

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Squid Game, ecco perché è molto più reale di quanto sembri

Next Story

Il baseball ascolano e il sogno americano

Ultime da

Le notti bianche Detto così si potrebbe pensare al racconto di Dostoevski, ma trattandosi di un