I NOSTRI LIBRI, Una bella favola moderna sullo sfondo del Vettore

2 minuti di lettura

Una bella favola moderna sullo sfondo maestoso del Vettore. Questo in sintesi l’ultimo libro scritto e pubblicato nella nostra realtà. Fa piacere davvero parlarne visto che eventi come questo non sono purtroppo frequenti. Stiamo parlando di “Ritorno a casa sulle orme della Sibilla” edito da Marte (una piccola casa editrice di Martinsicuro che punta a valorizzare autori che vivono fra Marche e Abruzzo) scritto a quattro mani da Emanuela Biscossi e Rita Lupo. La trama è semplice, un giovane romano Giorgio Traini riceve in eredità da un parente quasi sconosciuto una casa alla Cona, una frazione di Montegallo. Questo lascito si trasformerà nell’occasione di conoscere meglio la montagna, vera protagonista del libro, e Giorgio verrà via via conquistato dai suoi paesaggi e dalle storie che vi si raccontano a partire dalla leggenda delle Sibille e ci sarà anche l’occasione della riscoperta delle proprie radici. Un percorso si potrebbe dire autobiografico in quanto entrambe le autrici nascono a Roma, ma per matrimonio l’una e per lavoro (e successivo matrimonio) l’altra si trasferiscono nel Piceno e come Traini, verrebbe da dire, scoprono il fascino della montagna.  

Un libro scritto nella lingua dolce, chiara e immediata delle favole con i colpi di scena che queste prevedono sempre, incluso il recente terremoto, ma tutto è destinato a stemperarsi nell’immancabile lieto fine. Come in ogni favola che si rispetti c’è anche un pizzico di magia che permette a Giorgio di superare le porte del tempo assistendo a episodi della vita di allora quando si trova nella vecchia casa che ha ricevuto, una costruzione che resisterà al terremoto e che sarà alla base di un futuro di recupero e sviluppo della montagna. 

Completa il volume, aperto da una dolce poesia di una delle autrici, Rita Lupo, anche un’interessante galleria fotografica nel corso della quale le immagini di alcuni dei luoghi citati e raccontati nel racconto si alternano ad altre più intime e altrettanto suggestive. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Polemiche, a destra Cecco d’Ascoli fa litigare le tre signore della cultura

Next Story

Sabiri verso la Sampdoria di Giampaolo?

Ultime da