Carabinieri forestali: bilancio di un anno davvero infuocato, triplicati gli incendi nei boschi

2 minuti di lettura

La difesa dell’ambiente unico delle Marche è affidato ai Carabinieri forestali e si tratta di un lavoro quanto mai difficile come risulta dal consuntivo che è stato reso noto in questi giorni. Nel 2021 i Carabinieri Forestali delle Marche hanno accertato 593 illeciti penali, che hanno portato alla denuncia di 496 persone all’Autorità Giudiziaria.  In ambito di attività sanzionatoria amministrativa, contestate 2.415 illeciti che hanno comportato sanzioni comminate per un importo complessivo di 1.020.954,17 euro. Tutto ciò frutto dei  controlli nel settore della tutela del territorio e delle aree protette ben 37.793 che rappresentano l’ambito di maggiore impegno dei Carabinieri Forestali (58% dei controlli) e che hanno permesso di accertare 76 reati e 715 illeciti amministrativi per un importo sanzionato pari a 117.696,06 euro.

Per la tutela della flora e della fauna selvatica e in ambito maltrattamento degli animali, sono stati eseguiti 16.900 controlli, dai quali sono emersi 122 reati segnalati all’Autorità Giudiziaria. Accertati 793 illeciti amministrativi per un importo sanzionato pari a 326.373,68 euro.

Tra le attività poste in essere a tutela della fauna e flora a rischio di estinzione dalle normative internazionali, si annoverano quelle svolte nel settore della CITES (Convenzione Internazionale per la Tutela delle Specie in via di Estinzione) e nel settore EUTR/FLEGT sul contrasto all’importazione e al commercio illegale di legno e prodotti da esso derivati proveniente da tagli illegali e/o da interventi di disboscamento. Complessivamente i due Nuclei Carabinieri Cites (Ancona e Fermo) hanno effettuato 811 controlli accertando 14 reati e 15 illeciti amministrativi per un importo contestato pari a 36.150 euro. Rilasciate 802 certificazioni Cites riguardanti l’importazione e/o l’esportazione di oggetti realizzati in materiale appartenente a specie protette, come ad esempio avorio o pellami di serpente o coccodrillo.

Quanto alle azioni di prevenzione e repressione degli incendi boschivi: 1.015 controlli, 99 reati, 50 illeciti amministrativi accertati per un importo sanzionato pari a 9.602,00 euro.
Favoriti dall’andamento climatico, nell’arco del 2021 si sono verificati 84 incendi boschivi (il triplo rispetto allo scorso anno) che hanno interessato una superficie totale percorsa dal fuoco di circa 366 ettari (superficie boscata 111 ettari; superficie non boscata 255 ettari). Sanzioni comminate per un importo complessivo di 1.020.954,17 euro.


Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Omicidio Albertini, la Cassazione rinvia alla Corte d’Appello per la rideterminazione delle condanne

Next Story

LIBRI CLANDESTINI L’ultima opera dell’italo-americana Ben Pastor: I tormenti e i dubbi dell’ufficiale nazista investigatore mentre infuria la guerra

Ultime da