Ufficialmente no, ufficiosamente si

4 minuti di lettura

Non ci sarà il concorso mascherato e non ci saranno nemmeno i lampadari in piazza del Popolo, simboli del Carnevale ascolano. Ma la voglia di uscire e di sorridere nel grande “Zelig” all’aperto sotto le Cento Torri difficilmente potrà essere fermata. E così, anche senza l’evento ufficiale annullato a causa della pandemia, nell’aria c’è tanta voglia di Carnevale. Il dibattito naturalmente impazza sui social, la nuova “piazza” virtuale, dove si citano ad esempio i veglioni (o meglio “cene spettacolo”) che si terranno regolarmente in alcuni locali della Vallta o si fa riferimento ad altri eventi carnascialeschi andati regolarmente in scena come nel caso di Venezia (75mila presenze registrate domenica 20 febbraio, di cui 34mila stranieri) o di Viareggio (40 mila presenti secondo le cronache locali, ndr).

Ma quello di Ascoli è unico, non ha senso farlo con le restrizioni“, replicano i puristi della tradizione che preferiscono un altro anno di attesa pur di non vedere macchiette e gag “intrappolate” da mascherine e distanziamenti. “Non c’è il concorso, ma non è vietato mascherarsi“, replicano gli irriducibili della festa già scottati dall’annullamento dell’edizione dello scorso anno.

E così, complici anche la discesa dei contagi e lo scudo vaccinale (assente nel 2021) c’è grande attesa per vedere in strada le maschere ascolane.

Una gag passata del Carnevale ascolano

Anche il Comune sta mettendo in conto un’edizione “ufficiosa” dello Zelig ascolano e si sta preparando alla presenza di tanta gente in centro storico.

Al punto che l’ordinanza dirigenziale numero 92 del 21 febbraio 2021, resa nota dall’ufficio stampa di Palazzo Arengo, cita testualmente “Regolamentazione della viabilità in occasione del Carnevale ascolano – Regolamentazione della viabilità veicolare”. Nel dettaglio viene istituito il divieto di transito in Piazza Roma nei pomeriggi dei giorni 24, 26 febbraio e 1 marzo, dalle ore 14,00 alle ore 20,00, nonché per la giornata di domenica 27 febbraio p.v, dalle ore 7:00 alle ore 20:00. E ancora: divieto di sosta con rimozione coatta sul lato nord per il tratto in adiacenza al marciapiede circostante il monumento al Milite Ignoto in Piazza Roma nel rispetto delle suddette date ed orari per consentire l’allestimento di un numero massimo di tre (3) banchi degli operatori commerciali su aree pubbliche, per la vendita di articoli carnascialeschi e/o gastronomici. Infine, specifica sempre il Comune, nell’eventualità si rendesse necessario, a causa di un considerevole afflusso di persone in Centro Storico, per il giorno 27 febbraio dalle ore 10,00 alle ore 21,00 e per il giorno 1° marzo p.v., dalle ore 13,30 alle ore 21,00, l’interdizione della viabilità veicolare per tutti gli utenti compresi gli autobus della START in C.so Trento e Trieste, in Via XX Settembre Piazza Roma, detta interdizione sarà attuata mediante il posizionamento di transennatura, munita del segnale di obbligo di svolta a destra all’intersezione tra la Via D. Angelini e Via Pretoriana.

A Carnevale come si sa “ogni scherzo vale”. Per l’edizione 2022, anche in assenza di un concorso ufficiale, è il caso di aggiungere “ogni festa vale”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli, dal Consiglio comunale sulle scuole emerge una cosa chiara: non ci sono date certe

Next Story

Ascoli e sosta, Campo Parignano e Centro storico diventano “autorimesse” a cielo aperto per 810  veicoli 

Ultime da