Ascoli, Notte Bianca a Borgo Solestà (e non solo)

4 minuti di lettura

Un esordio premiato da alcune migliaia di spettatori. E’ il risultato de “La Notte Bianca” di Borgo Solestà, che alla sua prima edizione è stata allestita in varie location del quartiere di Porta Cappuccina registrando un ottimo gradimento di presenze. La nuova manifestazione, voluta per raggiungere con la formula delle feste popolari (musica, cibo, shopping, mercati) anche quartieri cittadini sinora privati delle “Notti Bianche”, ha portato sotto riflettori decine di personaggi canori e altrettanti legati al mondo della danza.

Dopo la sfilata per le vie del quartiere da parte del gruppo dei musici e degli sbandieratori della Quintana, la kermesse ha preso piede soprattutto in piazza Luigi da Palestrina, sede centrale della no-stop, che dalle ore 21 si è protratta sino all’una di notte, affiancata da altri due palcoscenici, posizionati in via Verdi e in via Bengasi. Nella scena centrale, posta di fronte alla chiesa, si sono succeduti numerosi numeri: dall’esibizione delle ragazze della scuola “ASD San Giacomo della Marca” ed “Esserci” all’astro nascente dell’hip hop Jonny Jo; dalle giovanissime ugole dell’accademia “Lizard” ai danzatori della scuola “Spirito Latino” sino all’esibizione di Keys e Land.

Poco dopo le ore 23 e 45 i riflettori sono stati puntati su Stefano Tisi, lo showman che nel giro di pochi anni ha saputo imporsi a livello nazionale con il suo irresistibile repertorio costituito da comicità e canzoni all’insegna del dialetto del nostro territorio. A mezzanotte e mezza è arrivata la star della serata Viola Valentino, autentica icona degli anni’80, che nel mini show ha riproposto i suoi maggiori successi, quali “Sei una bomba” del 1980, “Sera coi fiocchi” del 1981 e “Romantici” del 1982, sino al finale con il tormentone con cui esplose la sua carriera nel 1979, “Comprami”, cantato all’unisono dai tutti i circa cinquecento presenti.

La seconda “Notte Bianca” è prevista la sera del 22 luglio e vedrà come protagonista l’immarcescibile Bobby Solo, nello scenario di piazza Immacolata. Dopo l’evento clou in centro, fissato come sempre in data 10 agosto e che vedrà nel salotto cittadino la performance di Fred De Palma, le “Notti Bianche” ascolane si concluderanno la sera del 27 agosto, grazie all’arrivo di un altro intramontabile personaggio della musica leggera del passato, Edoardo Vianello, che sarà la “guest star” dell’appuntamento di Monticelli. Tutte le serate nei quartieri, affidate all’organizzazione dell’imprenditrice Ida Capriotti, sono realizzate grazie alla collaborazione di vari assessori dell’Arengo, molto sensibili alla causa: Gianni Silvestri, Monia Vallesi e Nico Stallone.

Dicevamo che Bobby Solo sarà il mattatore della “Notte Immacolata”, con un concerto che lo vedrà proporre tutti i brani più fortunati della sua carriera: “Una lacrima sul viso” del 1964, “Se piangi se ridi” del 1965, “Non c’è più niente da fare” del 1966 e “Zingara” del ’69, sino ai successi successivi dell’artista, il cui vero nome è Roberto Satti: “Gelosia” (’80), “Non posso perderti” (’81), “Tu stai”(‘ 82). La star dell’ultimo evento sarà una altra gloria intramontabile degli anni ’60, Edoardo Vianello, esploso con “Pinne, Fucili ed occhiali” nel 1962. Il cantante romano sarà il mattatore della “Notte Bianca” di Monticelli con un live ricco di suoi brani celebri, come “Guarda come dondolo” (’62), “Abbronzatissima” (’63), “I watussi” (’63), “Oh mio signore”(’63).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Calciomercato Ascoli, tutto tace

Next Story

Fine settimana con i motori, la passione degli ascolani risale lontana nel tempo

Ultime da