quintana

Quintana: Innocenzi trionfa anche ad Ascoli, 33° palio per il Sestiere di Porta Solestà

4 minuti di lettura

Un nome, una garanzia. Dopo la vittoria a Faenza per Borgo Nabucco e alla Giostra Cavalleresca di Sulmona pochi giorni fa, Luca Innocenzi non ha deluso le aspettive neanche questa volta, confermandosi pluricampione della Quintana di Ascoli, riuscendo a mettere in fila i suoi avversari. Innocenzi conquista così il suo 15° palio e il 33° per il Sestiere di Porta Solestà.

In sell a Kathy Way, purosangue inglese di 7 anni, Luca Innocenzi, dopo il secondo a luglio, ha vinto l’edizione di agosto della Quintana, dedicata al nostro patrono Sant’Emidio.

Una quintana che non ha lesinato sorprese e uscite inaspettate.

La prima tornata ha visto il suo expolit : con 50″ ,20 e al bersaglio 100, 100, 100 e nessuna penalità, è subito in testa alla classifica con 696 punti.

Al secondo posto Lorenzo Melosso per Porta Romanain sella a Nata’s Jam con 50″, 50 con 690 punti, seguito da Massimo Gubbini di Porta Tufilla, che ancora una volta in sella al suo Trentino, segna il nuovo record della pista, 48″, 60. Peccato per le due penalità, facendogli perdere 60 punti per un totale di 668 punti. A seguire Pierluigi Chicchini per Sant’Emidio, in sella a Sochi Tango, registra un tempo di 51″,00 e con un 80 al terzo assalto, per un totale di 660 punti. In basso alla classifica, Mattia Zannori per il Sestiere di Porta Maggiore, in sella a Livarot, segna 654 punti, con un tempo di 51″,30 e anche lui un 80 al terzo assalto e Nicholas Lionetti per la Piazzarola , in sella a Caimano Tigre, con 622 punti e un tempo di 53″,90.

La classifica della seconda tornata conferma al primo posto Innocenzi con un tempo di 50″, 50 e al tabellone 100, 100, 100 nessuna penalità, per un totale di 1386 punti. Seguono: Lorenzo Melosso con 1372 con un tempo di 50″,90, Mattia Zannori con 1318 e un tempo di 51″,80, Massimo Gubbini con 1310 e un tempo di 49″,60 e due penalità, Pierluigi Chicchini con 1306 punti con un tempo di 51″,20 e una penalità e ultimo Nicholas Lionetti con 1242 punti e un tempo di 54″.

Nicholas Lionetti il primo a chiudere la terza tornata , che decide di ritirarsi per un problema fisico del suo cavallo, per cui secondo la commissione veterinaria non è idoneo per continuare a correre. Occhi puntati sui primi tre, con Innocenzi che si conferma vincitore con 2048 punti e un tempo di 51″,90 e nessuna penalità. Dietro di lui, Lorenzo Melosso con 2026 punti e una penalità, Massimo Gubbini con 2024 e un tempo di 49″30, Pierluigi Chicchini con 1974 punti e un tempo di 51″,60, Segue, Mattia Zannori con 1926 punti e un tempo di 52″,60.

Una quintana segnata fin da subito dal testa a testa tra Luca Innocenzi l’altro campione e unico cavaliere ascolano, Lorenzo Melosso di Porta Romana che ha lasciato con il fiato sospeso tutti i quintanari fino all’ultima tornata.

Dispiacere da parte del sestiere rossonero per l’altro plurivincitore Massimo Gubbini che fin dall’inizio ha avuto qualche difficoltà con il suo Trentino, facendogli pagare ben quattro penalità.

Grande festa per il Sestiere di Porta Solestà che si porta a casa il palio dell’edizione di Agosto della Giostra, realizzato dall’artista marchigiano Leonardo Cemak, arrivando quindi al 33° palio nella  storia della Quintana di Ascoli e il 15° vinto dal folignate, che adesso si appresta a vincere anche la Quintana di Foligno e il Torneo Cavalleresco di Servigliano.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Porta Solestà si prende la rivincita e Innoncenzi il suo quindicesimo palio. L’Ascoli calcio espugna Venezia: è tornata la castigamatti delle trasferte.

Next Story

Filomena Gagliardi e il suo “De viris illustribus” al MultiArte

Ultime da