Più leonessa che rondinella, ma il picchio non trema

2 minuti di lettura

Tutti i giocatori della “rosa” bianconera si sono ritrovati al “Picchio Village” per riprendere la preparazione in vista del confronto di sabato prossimo con il Brescia. 

La notizia confortante è che dall’incontro con il Venezia nessun elemento è uscito infortunato, vista l’aria che sta tirando da un mese a questa parte. 

Piuttosto saranno valutate le condizioni di coloro che non si sono resi disponibili per acciacchi vari e che potrebbero rientrare in gruppo. Particolare attenzione su Buchel che da quasi un mese a questa parte è alle prese con una fascite plantare non facile da debellare.

I pensieri del gruppo bianconero sono tutti rivolti alla prossima partita contro le “rondinelle” bresciane. Un confronto che si preannuncia irto di difficoltà in quanto il Brescia resta pur sempre una delle candidate alla promozione. 

Finora la compagine lombarda non ha mantenuto appieno le aspettative ma vista contro il Genoa a Marassi c’è da aspettarsi un avversario quanto mai intenzionato a far sua l’intera posta in palio. 

Da parte sua l’Ascoli scenderà in campo al Rigamonti forte della sua tranquillità per i punti in classifica che vedono l’undici di Bucchi al settimo posto con… visuale verso l’alto. Ciò significa che Dionisi e compagni non avranno l’assillo del risultato perché non hanno nulla da perdere ma dopo tre vittorie consecutive è normale pensare in grande.  

Il Brescia intanto, partito come guascone, ha ridimensionato il suo comportamento, adesso si accontenta anche dei pareggi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Come è triste Venezia

Next Story

Se l’appetito vien mangiando, l’Ascoli non è ancora sazio.

Ultime da