Sottil: “Siamo al top, orgoglioso di questa squadra”. Tsadjout: “Ora sto bene, abbiamo fame”

3 minuti di lettura

Anche in sala stampa è festa bianconera con i protagonisti bianconeri, dal ds Valentini a mister Sottil e il bomber Tsadjout, che sfilano davanti a microfoni e taccuini.

«Da gennaio abbiamo fatto 39 punti -esordisce mister Andrea Sottil (103 punti sulla panchina bianconera da gennaio 2021, ndr)- sei vittorie nelle ultime nove partite. Ci tenevamo a chiudere con un vittoria per finire in bellezza e vedere quello succedeva in altri campi. Abbiamo scalato una posizione e giocheremo in casa con il Benevento. Complimenti a tutto il team Ascoli, dai magazzinieri allo staff medico, all’autista e l’addetto stampa e questi straordinari ragazzi che ringrazio per quello che hanno fatto. Adesso c’è il Benevento e ci prepareremo come sempre, la squadra sta bene e abbiamo il vantaggio di giocare in casa. Mi dispiace perdere D’Orazio (ammonito, sarà squalificato, ndr), ma penso che la gestione dei diffidati sia stata ottima e intelligente».

Andrea Sottil

Sottil commenta anche la gara contro la Ternana. «Grande partita -afferma- vittoria schiacciante e meritata, peccato per il gol subito. Ci riposeremo domani e da domenica penseremo al Benevento. Arriviamo di slancio con una condizione top o vicina al top, liberi mentalmente e sbarazzini. La squadra osa, gioca e pensa solo a vincere. I principi ormai sono acquisiti: suonano tutti e giocano anche bene. Per me è un orgoglio. C’è da stare sereni e gestire bene le emozioni e fare quello che abbiamo fatto fino ad adesso e ci ha permesso di arrivare fino ai play off. Sicuramente ci arriviamo molto bene. Con il Pisa eravamo al top, poi è arrivato lo tsunami del covid».

Franc Tsadjout con il pallone della tripletta firmato dai compagni

«Volevamo migliorare la nostra classifica per giocare in casa -commenta l’eroe della serata Frank Tsadjout– E’ merito di questo gruppo che ha tanta fame. Ora mi sento bene dopo il fastidio alla schiena e penso di essere in un buon momento e sono ottimista per le partite che verranno. Giocheremo contro una corazzata costruita per andare in A direttamente. Nelle ultime partite ci stiamo rendendo conto delle nostre qualità e non abbiamo paura di metterle in campo. Ho fatto firmare a tutti i miei compagni il pallone della tripletta come ricordo».

«Ero soddisfatto di Frank anche quando non segnava -commenta il ds Marco Valentini– Il nostro segreto è quello di aver fatto squadra sin dall’inizio con il patron e il mister. E’ stato un crescendo poi. Siamo un gruppo unito con un unico obiettivo per fare bene e chiudere il più in alto possibile. I play off? Dobbiamo continuare ad essere noi stessi, da parte di tutti c’è un’abnegazione totale al lavoro. Continueremo a lavorare sodo con grande umiltà e determinazione».

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Bianconeri popolo in festa: in ottomila spingono l’Ascoli ai playoff contro il Benevento

Next Story

Ascoli calcio, show di Tsadjout contro la Ternana mentre venerdì primo round di play off contro il Benevento

Ultime da

In principio c’era il Merito Un tempo, nella Lega non più secessionista, c’era Salvini che un

Che passione ragazzi!

Oltre 500 tifosi bianconeri saranno presenti sugli spalti del “Druso” di Bolzano per sostenere la propria