Dopo Bari e Genova serve la conferma in casa

2 minuti di lettura

24 i giocatori conbocati da Bucchi in vista dell’incontro in notturna contro il Cagliari.

Portieri. Guarna, Bolletta, Baumann.

Difensori: Adjapong, Bellusci, Botteghin, Donati, Falasco, Giordano, Quaranta, Salvi, Simic, Tavcar.

Centrocampisti: Caligara, Collocolo, Eramo, Fontana, Giovane.

Attaccanti: Bidaoui, Dionisi, Falzerano, Lungoyi, Mendes, Palladino.

Squalificato: Gondo. Infortunati: Buchel (alle prese con una fascite plantare che per guarire richiederà tempo), Ciciretti (caviglia in disordine), Gnahorè (difficile che potrà essere recuperato prima di alcuni mesi), Guarna che sta bruciando le tappe per tornare in prima squadra dopo la frattura alla mano.

Sembrerebbe ormai che Bucchi abbia deciso di proseguire nello schierare la squadra con il centrocampo a 5, la difesa a 3, e 2 punte in avanti. D’altronde il centrocampo bianconero si sta dimostrando “fragile” per cui con un uomo in più nel reparto la copertura degli spazi nella zona mediana appare più sicura. 

L’Ascoli ha un sovrannumero di difensori ed attaccanti ma a centrocampo manca un uomo, quell’elemento che avrebbe dovuto prendere il posto di Saric. Ciò significa che alla riapertura del mercato sarà fondamentale ingaggiare un centrocampista di una certa levatura.

Partita con il Cagliari che si preannuncia quanto mai ostica per i bianconeri. Le ultime due prestazioni, in campionato e Coppa Italia, sono state positive e lasciano ben sperare in un risultato favorevole contro gli isolani. L’Ascoli ha perso le ultime due partite casalinghe lasciando l’amaro in bocca ai tifosi. Si presenta ora l’occasione del riscatto.

La probabile formazione: Guarna, Donati, Botteghin, Simic, Quaranta, Falasco, Eramo, Caligara, Collocolo, Bidaoui, Dionisi.

Arbitro Aureliano di Bologna, VAR permettendo, visto che da qualche tempo a questa parte sta condizionando le partite a prescindere dalle decisioni arbitrali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

Ascoli, il cantiere riformista va avanti

Next Story

Indennità, aumenti e porcherie varie, la strana storia di un mondo che impazzisce

Ultime da