25 Aprile – una “festa” che torna per tutti

6 minuti di lettura

Dopo due anni di stop forzato per la pandemia, si torna in “presenza” anche per la Festa di Liberazione del 25 Aprile. In tutto il Piceno sono tanti gli appuntamenti per ricordare i 77 anni dalla fine del nazifascismo a cui seguirà poi una giornata all’aria aperta con la classica “scampagnata” a Colle San Marco tanto cara non solo agli ascolani.

Molto ricco il programma messo a punto dalla Provincia di Ascoli e dai Comuni, in collaborazione con l’Anpi, che ha già preso il via nei giorni scorsi a Grottammare e San Benedetto con incontri al teatro delle Energie e al liceo scientifico “Rosetti”. Domani, domenica, 24 aprile, al chiostro di San Francesco di Ascoli Piceno alle 18 ore verranno proposte letture di brani sulla Liberazione e una interpretazione teatrale a cura dei ragazzi di “Attivamente”. 

Il programma

Lunedì 25 aprile, invece, alle ore 9 è in programma la deposizione della corona dinanzi al Palazzo del Governo, in piazza Simonetti. In seguito le autorità civili e militari presenti raggiungeranno piazza Roma dove, alle 9.15, sarà deposta una corona sul monumento ai caduti. Quindi le autorità si sposteranno a Colle San Marco uno dei luoghi simbolo della Resistenza Picena con due momenti solenni di ricordo e di riflessione. Alle ore 10.15 avrà luogo la deposizione della corona sul cippo e, successivamente, sul sacrario ai caduti per la Resistenza si svolgerà la resa degli onori ai caduti e i rappresentanti delle istituzioni pronunceranno i loro interventi. Concluderà la manifestazione, alle 11, la celebrazione della Santa Messa in memoria di tutti i caduti.

Martedì 26 nella Cartiera Papale di Ascoli alle 10 si svolgerà la visita guidata alla mostra “Fascismo e Resistenza nel Piceno” e il Prof. Costantino Di Sante, con gli studenti dell’Ipsia Sacconi, terrà un laboratorio sul ruolo delle donne nella Resistenza. 

La serie di iniziative continua mercoledì 27 all’Aula Magna dell’IIS Mazzocchi di Ascoli alle ore 10. Il professor Giulio Maria Salerno dialogherà con gli studenti sul tema “Conoscere la Costituzione, Formare i Cittadini”. 

Infine, venerdì 29, nella Cartiera Papale di Ascoli, alle ore 9.30 si terrà un seminario di lettura su Primo Levi a cura di Matteo Cavalleri e Otello Palmini con la partecipazione degli studenti del Liceo Stabili – Trebbiani e dell’IIS Orsini – Licini. 

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE LOGGI E DEL CONSIGLIERE NOVELLI

La Provincia – evidenzia il Presidente Sergio Loggicon l’intento di custodire al meglio la memoria di quegli avvenimenti e di quelle gesta che hanno consentito al nostro Ente e alla città capoluogo di essere fregiate della medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana ha voluto organizzare, insieme all’Istituto per la Storia del Movimento Liberazione nelle Marche, nella settimana in cui cade la ricorrenza del 25 aprile, una serie di iniziative che si affiancano alla solenne celebrazione di Colle San Marco.

Il presidente Sergio Loggi

Inoltre, per impreziosire e dare risalto ulteriormente al fondamentale messaggio di libertà che scaturisce dalla Giornata della Liberazione – aggiunge il Presidente – si è pensato di promuovere, mediante un unico cartellone con i loghi dei municipi coinvolti e su sfondo tricolore, le iniziative pubbliche promosse dai Comuni. Più che mai in questi tempi difficili e drammatici che si vivono nel cuore dell’Europa – conclude Loggi – occorre riaffermare i valori imprescindibili della pace, della civile convivenza tra i popoli e della difesa della democrazia“. 

“La Repubblica rappresenta l’esito della Lotta partigiana di Liberazione di donne e uomini che si sacrificarono, in ogni dove d’Italia, così come eroicamente avvenne nel Piceno, rappresentando il riscatto dalla tirannide nazifascista – aggiunge il consigliere provinciale Stefano Novelli – e omaggiare attraverso le iniziative attivate con la collaborazione dell’Isml con cui si è instaurata una importante sinergia, coloro che si unirono alla Resistenza, costituisce quindi – come affermato dal Presidente della Repubblica Mattarella – il perseguimento dei principi di libertà e pace che la Costituzione enuncia. Vorrei infine ricordare le splendide espressioni pronunciate da Piero Calamandrei: ‘Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione'”.

BUS NAVETTA

Il Comune di Ascoli per evitare l’assalto dei mezzi privati al pianoro ha deciso di istituire un bus navetta gratuito della Start per raggiungere Colle San Marco.  Ecco gli orari e le fermate:

DA ASCOLI PICENO A COLLE SAN MARCO

Stazione FS

08:00 – 09:00 – 10:00 – 17:30 – 18:30 – 19:30

Bivio Colle

08:20 – 09:20 – 10:20 – 17:50 – 18:50 – 19:50

Istituto Sacro Cuore

08:25 – 09:25 – 10:25 – 17:55 – 18:55 – 19:55

DA COLLE SAN MARCO AD ASCOLI PICENO

Istituto Sacro Cuore

08:30 – 09:30 – 10:30 – 18:00 – 19:00 – 20:00

Bivio Colle

08:35 – 09:35- 10:35 – 18:05 – 19:05 – 20:05

Stazione FS

08:55 – 09:55 – 10:55 – 18:25 – 19:25 – 20:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

25 aprile – Cosa dice la storia

Next Story

Pesaro e Ascoli, sarà un confronto perdente anche sui nuovi edifici scolastici?

Ultime da